Fink, da mancato giocatore della Roma ad avversario

65
gurbanov europa league
© foto www.imagephotoagency.it

Thorsten Fink domani affronterà la Roma da tecnico dell’Austria Vienna, nel ’97 poteva essere giallorosso

Roma – Austria Vienna, valida per la terza giornata della fase a gironi di Europa League, è l’occasione giusta per Fink di incontrare nuovamente la Lupa, soltanto sfiorata da calciatore. L’indiscrezione è stata resa pubblica da Il Corriere dello Sport nell’edizione cartacea odierna. Il centrocampista segnò 2 gol nel match tra il suo Karlsruhe e, appunto, i giallorossi. L’allora guida tecnica Carlos Bianchi ne chiese l’acquisto alla società, era di fatto il primo nome sulla lista della spesa, dopo essere rimasto folgorato dalla prestazione offerta in Coppa Uefa. Ma la trattativa ebbe un esito negativo.

VICINI MA LONTANI – L’incontro tra le parti avvenne in una saletta dell’aeroporto di Francoforte, c’era il benestare di Thorsten ma il club tedesco aveva pretese troppo elevate. Cessione frenata dalla mancata volontà di cedere il calciatore a stagione in corso e dal forte interessamento di altre società di Bundesliga. Fink, nell’estate del 1997, si trasferì poi al Bayern Monaco. Rimase in Baviera per 8 campionati, vincendone 4 insieme a 3 Coppe di Germania. Il tedesco incrocerà Francesco Totti, 19 anni dopo. Allora era un giovane, adesso ha scritto la storia della Roma. Thorsten Fink no, l’ha solo sfiorata. E’ il calcio, signori.

Condividi