Sousa: «Bernardeschi? Futuro in club con più ambizioni». Firenze si infuria

39
sousa fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa presenta in conferenza stampa la sfida di domani contro il Paok Salonicco, valida per la 5^ giornata della fase a gironi di Europa League: interessanti le parole del portoghese su Federico Bernardeschi

AGGIORNAMENTO 24 NOVEMBREFirenze e i tifosi della Fiorentina non sembrano aver preso benissimo le parole di Sousa a proposito di Bernardeschi e sono in molti a pensare che avrebbe potuto usare un tono diverso, se non addirittura risparmiarsele. «Il mio non era un invito a Bernardeschi a lasciare la Fiorentina o alla Viola a cederlo. Era solo una riflessione sul valore di un giocatore in crescita e che può essere un top player» è l’intervento chiarificatore di Sousa su Berna, scrive La Gazzetta dello Sport.

Insieme a Borja Valero, il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Paok Salonicco, 5^ giornata della fase a gironi di Europa League. Ecco le parole dell’allenatore portoghese: «Paok? Cerchiamo continuità, loro avranno grande motivazione: non stanno giocando in campionato e vorranno farsi vedere. Babacar? Credo che scenderà in campo: sta facendo bene e si allena bene. Nelle ultime uscite ho scelto Kalinic, ma avrà continuità se continua in questa direzione. Girone? E’ importante chiuderlo al primo posto, sul sorteggio influisce molto. Kalinic? Contro l’Empoli ho pensato di sostituirlo, ma fisicamente non era sottoposto a grande sforzo».
PROSEGUE PAULO SOUSA«Ci serve continuità, soprattutto dal punto di vista del gioco. Serve più concretezza per vincere, abbiamo margini di crescita sia dal punto di vista del collettivo che individualmente. Tello? Ha bisogno di continuità, ha dei cambi di passo tremendi ma spende anche tanta energia. Con continuità può migliorare ancora e può fare la differenza. Bernardeschi? Avrà in futuro squadre con ambizioni diverse da quelle della Fiorentina. Sanchez? Lavora tantissimo per integrarsi ai nostri concetti di gioco. E’ molto disponibile».

Condividi