Frosinone: stadio di proprietà, presentato il progetto

157
frosinone,stadio
© foto www.imagephotoagency.it

Il nuovo stadio del Frosinone verrà intitolato a Benito Stirpe, padre del presidente della società laziale, Maurizio. I lavori dovrebbero concludersi entro 11 mesi. Niente barriere, un nuovo store e un impianto accessibile tutti i giorni

Se gli stadi di proprietà sono ormai una realtà consolidata in gran parte dei paesi europei, la stessa cosa non si può dire dell’Italia. La Juventus è stata la prima squadra del nostro campionato ad aver realizzato uno stadio di proprietà, lo Juventus Stadium, fiore all’occhiello della società bianconera. Una struttura nuova, una vera e propria “casa” del tifoso bianconero. Non è un caso che la squadra sia tornata a vincere dopo avere realizzato l’impianto, che permette alla società di avere incassi maggiori e uno stadio sempre pieno, vista anche la capienza di 41 mila posti. Nella scorsa stagione anche l’Udinese ha creato il proprio stadio di proprietà, la Dacia Arena, diminuendo la capienza dell’ex Stadio Friuli da 41 mila a 25mila. Altre squadre italiane si sono prefisse questo obbiettivo, ma alcuni ostacoli non hanno ancora permesso l’effettiva realizzazione. Il Frosinone calcio, proprio nella giornata di oggi, ha presentato il progetto per la realizzazione dello stadio di proprietà.

UNO STADIO DI QUALITA’ PRONTO ENTRO 11 MESI – La società ciociara, oggi, ha presentato il progetto per il nuovo stadio di proprietà. L’impianto verrà intitolato a Benito Stirpe, padre di Maurizio, attuale presidente del club laziale, il quale ha commentato così :«Vogliamo costruire uno stadio che sia di qualità e che sia pronto nel giro di undici mesi, periodo questo che comprenderà la fare di progettazione e la realizzazione dell’opera». I lavori dovrebbero quindi essere consegnati entro l’inizio della prossima stagione agonistica, nel frattempo la squadre continuerà a disputare le partite casalinghe sul campo del “Matusa“. Il progetto, almeno secondo quanto dichiarato dal legale del club, Aldo Ceci, prevede uno stadio senza barriere, con uno store della squadra nel quale i tifosi potranno acquistare qualsiasi tipo di gadget, punti ristoro e una palestra polifunzionale; inoltre l’impianto rimarrà aperto 7 giorni su 7.

 

Condividi