Gabigol-Inter, l’agente: «Presentato come Ronaldo e poi umiliato»

gabigol inter empoli
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni dell’agente di Gabigol, Wagner Ribeiro, in merito alla stagione vissuta con l’Inter dopo l’arrivo in pompa magna

L’agente di Gabigol, Wagner Ribeiro, polemizza a distanza con l’Inter per il mancato impiego del proprio assistito durante l’ultima stagione. Nel corso di un’intervista con UOL Esporte, l’agente ha rilasciato queste dichiarazioni: «Il caso di Gabigol all’Inter è atipico. Il caiciatore ha lasciato il Brasile da campione olimpionico, era titolare nel Santos e convocato da Tite in Nazionale. E’ arrivato in Italia con questo status importante, con tanto di grande presentazione che era stata fatta solo per Ronaldo, c’era tutta la dirigenza e i proprietari attuali dell’Inter. E poi cos’è successo? In campo non ha avuto la possibilità di giocare, nessuno può dire che non sia stato apprezzato. Ha giocato una sola partita intera e ha fatto un gol, poi per il resto giocava cinque o dieci minuti a partita. E si allenava bene, senza mai dire una parola. Ho parlato di umiliazione prima e penso che sia stato umiliato. Futuro? Tornare in Brasile è molto difficile, sarebbe meglio prestarlo ad un club in Europa. Gabriel è ancora giovane, molto, ha 20 anni e un talento incredibile. Ha bisogno di avere continuità».

Condividi