Genoa, ammenda a Preziosi e società per una telefonata

144
genoa milan preziosi juric
© foto www.imagephotoagency.it

Il Genoa e il suo presidente Preziosi sanzionati dopo una telefonata al Commissario degli arbitri Messina

Il Genoa e Preziosi sanzionati per una telefonata avvenuta nell’aprile scorso. Torniamo a sabato 16 aprile, quando il Genoa fu sconfitto per 4-1 sul campo del Carpi. All’indomani, il presidente effettuò una telefona sull’utenza federale a disposizione del Commissario degli arbitri Domenico Messina, inviando successivamente un sms allo stesso numero. Il motivo del contatto tra i due partiva dalle lamentele di Preziosi sulle designazioni arbitrali.

IL COMUNICATO – Sul sito della Figc, compaiono le motivazioni che hanno portato all’ammenda di 10mila euro nei confronti di Enrico Preziosi e 14 mila nei confronti della società rossoblù: «Il Sig. Preziosi Enrico, tentava, prendendo spunto dalla direzione di gara, ritenuta non soddisfacente, della partita Carpi – Genoa del 16-4-2016, di colloquiare con il Commissario CAN A Sig. Domenico Messina effettuando, in data 17-4-2016, una telefonata sull’utenza Federale a disposizione di quest’ultimo ed inviando, successivamente, sulla medesima utenza un sms, il tutto al fine di interferire sulle future designazioni arbitrali di competenza del detto Commissario».

 

Condividi