Pioli scuote l’Inter: «E’ arrivato il momento di vincere. Gabigol…»

gabigol
© foto www.imagephotoagency.it

Due punti nelle ultime sei partite e la voglia di ripartire: in conferenza stampa Stefano Pioli ha fatto il punto della situazione in casa nerazzurra alla vigilia di Genoa-Inter, ecco le sue parole

Reduce dalla sconfitta casalinga contro il Napoli, l’Inter è attesa domani dalla sfida contro il Genoa valida per la 35^ giornata di Serie A. Ecco le dichiarazioni del tecnico nerazzurro Stefano Pioli in conferenza stampa: «E’ arrivato il momento di Gabigol? Spero sia giunto il momento di vincere. Le scelte di formazione le farò domani mattina. Non vinciamo da troppo tempo. Nagatomo? Yuto è un grande professionista ed ha sempre lavorato con volontà: in settimana ha lavorato bene, non è servito che dicessi qualcosa. Motivazioni? Siamo l’Inter, abbiamo il dovere di tornare alla vittoria: le motivazioni ci sono, è stata una buona settimana di lavoro ma conta la prestazione di domani. Gabigol titolare nel finale di campionato? Penso solamente alla gara col Genoa: devo schierare la formazione migliore possibile, abbiamo assenza in difesa e in attacco le soluzioni non mancano. Gabigol è cresciuto molto sotto la mia gestione, se la gioca con gli altri. Voci sul prossimo allenatore hanno inciso? C’è stato un calo ma non fisico, ora dobbiamo pensare solo a tornare a vincere. Abbiamo sprecato troppo tempo a guardarci dietro. Andreolli titolare? Ci sono degli assenti, tre in totale: le soluzioni ci sono, mi è piaciuto come Marco è entrato col Napoli, credo che sarà il suo momento. Le parole di D’Ambrosio? Sarebbe stato un errore grave mollare dopo Torino, non era finito nulla. Credo che la sosta non ci abbia fatto bene e l’abbiamo pagata, ma non è ancora il momento dei bilanci. Dobbiamo pensare alla partita di domani che sarà difficile, giocheremo contro un avversario che farà di tutto per uscire dalle difficoltà. Futuro? A fine anno ci incontreremo con la società, vedrò se sono contenti del mio lavoro. Adesso però bisognare restare concentrati per fare il meglio possibile. Sarebbe un peccato non terminare bene la stagione, il futuro sarà quello che sarà».

Condividi