Giggs: «Swansea poco ambizioso per me»

39
premier league
© foto www.imagephotoagency.it

Ryan Giggs racconta i motivi per cui ha rifiutato la panchina del club di Premier League

Giggs e Swansea: questo matrimonio non s’ha da fare. Dopo l’esonero di mister Guidolin, il primo nome della lista era quello dell’ex ala del Manchester United ma le cose non sono andate come previsto dalla dirigenza del club.E’ lo stesso Ryan a spiegare perchè abbia declinato l’invito: «Mi ha chiamato lo Swansea. Ho incontrato dei dirigenti della società un paio di volte ma ho captato segnali in contrasto tra campo e dirigenza appunto». La leggenda dei Red Devils si è esposto così a ITV.

NO, THANKS – Giggs ha quindi detto no, grazie alla proposta dello Swansea e aggiunge: «Le loro ambizioni non corrispondevano alle mie. Quando me ne sono reso conto, le cose sono andate diversamente». La panchina della squadra di Premier League è finita poi a Bob Bradley. Ryan, quindi, non ha ancora trovato il suo posto al sole nella massima lega inglese. Il 2 luglio del 2016 ha detto addio al suo Manchester United, dopo esserne stato, per 29 anni, calciatore, allenatore – giocatore e vice di Van Gaal. E’ questione di tempo e poi lo vedremo replicare, in panca, gli insegnamenti del maestro Alex Ferguson.

Condividi