Galli: «Milan tre le prime tre? Non mi illudo»

71
© foto www.imagephotoagency.it

Giovanni Galli, ex portiere del Milan, vede l’Inter più avanti: vuole essere realista e quindi non punta troppo in alto, anche se non lesina complimenti a Vincenzo Montella

Giovanni Galli ha visto da spettatore interessato Milan – Inter, l’ex portiere rossonero ha commentato il momento del Diavolo: «Montella è intelligente e furbo, ha capito che al Milan non poteva fare rivoluzioni di identità dei giocatori. Piano piano, la prima cosa era accattivarsi le simpatie e sta giocando un calcio diverso dal solito. Ha rinunciato al possesso palla, non è la sua filosofia ma si adatta per acquisire consensi e credibilità. Servivano risultati e autostima e a inizio stagione nessuno si aspettava un Milan così. Il Diavolo ha dato molto ma deve dare ancora di più per arrivare ai livelli di gioco voluti dal mister».

GALLI E IL MILAN«Jovetic? Penso sia un grandissimo giocatore, è un falso dieci e anche una falsa seconda punta. Lui ha bisogno di avere davanti un punto di riferimento ed è anche egoista, è una sorta di seconda punta che non fa assist ma va a concludere. Può essere utile all’Inter ma anche al Milan con uno come Bacca. In estate si parlava dei derby tra cinesi, ci stanno portando via la passione e così si diventa un’azienda da produrre utili. La qualità dei giocatori dell’Inter è superiore a quella del Milan, tra i rossoneri sono pochi quelli che possono dare garanzie. Non mi illudo che il Milan possa arrivare tra le prime tre. Si deve essere realisti e non dare troppe responsabilità ai giocatori» ha chiuso Galli a Radio Rai.

Condividi