Giulini: «Stadio nuovo, Borriello e Rastelli: dico tutto»

150
giulini cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Tommaso Giulini, presidente del Cagliari, ha parlato a “Sky Sport” del suo progetto, del futuro dei rossoblù, del nuovo stadio e di molto altro

Tommaso Giulini, numero uno del Cagliari, racconta il futuro del club rossoblù. Il Cagliari avrà presto un nuovo stadio e il numero uno degli isolani spera che nella formazione rossoblù ci siano ancora Borriello e Rastelli. Queste le parole di Giulini intervenuto a “Sky Sport“: «Il ritorno a San Siro? Sono cresciuto in quello stadio, ho fatto anche il raccattapalle e sono stato tifoso. Dispiace perché dopo la vittoria del Cagliari si è parlato poco della nostra impresa e tanto, troppo, dei problemi del Cagliari. Icardi? Credo che a 23 anni si debba sudare la maglia tutte le domeniche, un’autobiografia a quell’età è precoce anche per uno con le sue qualità».

IL FUTURO – Prosegue il presidente del Cagliari: «Ritorno di Moratti? E’ come un campione e quando parte un campione è difficile chiedergli di tornare. A Cagliari c’è un ambiente splendido, c’è armonia tra la squadra, la società, la stampa e i tifosi. La scelta di spostare la fascia da capitano è stata condivisa, poi sono arrivate tre vittorie quindi credo che la scelta sia stata giusta. Stadio? Lavoriamo per avere uno stadio provvisorio entro agosto, stile Is Arenas, senza barriere per poi varare un nuov stadio entro il 2020, vorremmo una vera e propria cittadella sportiva. Rastelli? E’ un fuoriclasse. Borriello? Il mio direttore mi ha sempre parlato di lui, io pensavo a un profilo più giovane ma poi mi hanno convinto e siamo stati fortunati perché ha accettato e presto tornerà in Nazionale. Ha accettatoun ingaggio alla stregua di tanti ragazzi meno titolati ma c’è un bonus per ogni gol segnato».

Condividi