Grana portieri in casa Toro: Sirigu in stallo, ecco le alternative

© foto www.imagephotoagency.it

Sembrava ad un passo e invece Sirigu è stato bloccato dal PSG; difficile ora riaprire la trattativa. Ritornano in auge i nomi di Hart e Skorupski

Quello del portiere è un ruolo chiave da cui partire a costruire l’ossatura di una squadra. Al Torino lo sanno bene: i granata, dopo aver salutato (forse troppo in fretta) Joe Hart a causa di un ingaggio molto elevato che non faceva pensare ad una possibile permanenza, si erano gettati a capofitto su Salvatore Sirigu, con il quale nelle scorse settimane era stato trovato l’accordo. Se non fosse per il PSG, che ora ha alzato un muro bloccando la partenza del portiere italiano nell’ultima stagione impegnato in Spagna tra Siviglia e Osasuna. I parigini, dopo averlo scaricato un anno fa, lo vorrebbero ora tenere in rosa come vice di esperienza e affidabilità, a giocarsi il posto magari con Gigio Donnarumma (su cui i francesi sarebbero forti dopo il mancato rinnovo di contratto) per aumentare il livello qualitativo complessivo a disposizione di Emery.

ALTRE TRATTATIVE- Le alternative al club di Cairo non mancano: da mesi piace Skorupski, l’unico giocatore di altre squadre per cui anche Mihajilovic aveva svelato un certo interesse, e con la Roma (dove il polacco è rientrato dal prestito all’Empoli) ci sono ottimi rapporti; un ruolo chiave lo potrebbero svolgere anche i 12.5 milioni che i capitolini devono ancora saldare ai granata per l’acquisto di Bruno Peres di un anno fa. In seconda battuta è tornato di moda proprio il nome di Hart, soprattutto dopo la dichiarazione dello stesso numero 1 inglese di rischiare di rimanere senza squadra se non si ridurrà l’ingaggio, su cui le offerte di altri club latitano e ancora non considerato dal City. La terza e ultima scelta, ma che non convince appieno, sarebbe Tatarusanu in uscita dalla Fiorentina. Ma gli “scherzi” del PSG al Torino potrebbero non finire qui: sul richiestissimo Belotti ci sono anche loro, oltre allo United di Mourinho sempre più forte sull’attaccante da quando si è sparsa la voce che Cristiano Ronaldo minacci di lasciare il Real, complicando così la partenza di Morata verso i Red Devils che era cosa già quasi fatta. Il domino dei bomber può allontanare la permanenza del Gallo.

Condividi