Grande Inter: vince in rimonta sulla Juve!

70
© foto www.imagephotoagency.it

A San Siro tra Inter e Juventus decidono in ordine le reti di Lichtsteiner, Icardi e Perisic

Inter e Juventus si affrontano nel quarto turno del campionato di Serie A, per quello che è a tutti gli effetti il match di cartello della giornata: prima la rete di Lichtsteiner per il momentaneo vantaggio bianconero, poi la reazione nerazzurra con le reti di Icardi e Perisic. E’ il riscatto della banda De Boer.

PRIMO TEMPO – Partenza aggressiva della Juventus, che sfonda a destra con Lichtsteiner: attento Santon in copertura, prima chance per l’Inter al 10’ minuto con uno stacco di testa di Icardi da calcio piazzato, palla che si spegne a lato della porta difesa da Buffon. Gara piuttosto bloccata: regna l’attesa, al 15’ ci prova dalla lunga distanza Medel ma la battuta è altissima e non può impensierire l’estremo difensore bianconero. Al 20’ errore in disimpegno di Joao Mario ma Dybala cicca la conclusione sull’assist di Lichtsteiner, Banega si mette in proprio al 24’ ma chiude troppo l’angolo di tiro: palla a lato. Al 29’ punizione per l’Inter causata dal fallo di Barzagli – subentrato all’infortunato Benatia – su Eder, calcia con potenza Candreva ma manda alle stelle: risposta Juventus al 34’ e l’occasione è clamorosa, giocata di Dybala a liberare il cross di Sandro, Khedira colpisce debolmente di testa da posizione favorevole. Palo di Icardi al 35’: diagonale da postazione defilata, Buffon può solo scorgere la traiettoria ma il pallone non gira quanto occorre. Dybala ora sugli scudi: assist perfetto per Pjanic che calcia a fil di palo. Primo tempo così e così: si va all’intervallo su un giusto 0-0 per quanto si è visto in campo.

SECONDO TEMPO – Si riparte dall’unica sostituzione adottata nei primi quarantacinque minuti: Barzagli in campo in luogo dell’infortunato Benatia. Errore di Santon al 4’ minuto e chance immediata per Dybala, sinistro attutito dal recupero di Murillo, sul ribaltamento di fronte l’assist di Eder per Icardi è appena lungo e può controllarlo in uscita Buffon. Al 5’ cross di Santon per Icardi, colpo di testa alto ma disturbato dall’intervento di Chiellini. Buona Inter in avvio di ripresa, predominio territoriale e grande volontà di conquistare l’intera posta in palio, funziona l’asse Banega-Joao Mario: Eder vicino al gol al 10’, la deviazione della difesa bianconera è salvifica per le sorti della banda Allegri. Scatto impressionante di Icardi al 14’, lascia sul posto Bonucci in campo aperto, la Juve recupera e lo argina: altra grande chance per l’Inter al 18’, asse Icardi-Candreva con l’assist del centravanti per l’esterno, calcio volante e palla appena a lato. Al 21’ minuto – nel suo momento peggiore – passa in vantaggio la Juventus: straripante Alex Sandro sulla sinistra, sul traversone irrompe Lichtsteiner e fa centro con un grande inserimento. Passano solo due minuti ed arriva il pareggio dell’Inter: corner di Banega, stacca Icardi marcato a zona da Bonucci e Mandzukic e manda in porta. Colpo di testa perentorio del fenomeno argentino, l’uomo in più di De Boer. Clamoroso vantaggio dell’Inter al 33’ minuto: straripante Icardi ad approfittare dell’errore di Asamoah, assist per Perisic che schiaccia di testa e manda nell’angolo opposto alla posizione di Buffon. Chance per Higuain al 35’, bel colpo di testa ad incrociare che termina di poco a lato. Punizione di Pjanic appena alta al 39’, lo stesso bosniaco se l’era procurata. Espulso Banega nel finale per doppia ammonizione, l’Inter resiste e si riprende il suo futuro: a San Siro finisce 2-1.

INTER CON MERITO – Prima frazione di gara tutt’altro che spettacolare: ritmi discreti ma regna l’attenzione per l’avversario, di conseguenza non fioccano le occasioni da gol, sono Icardi e Dybala più degli altri a smuovere la matassa ma resta un equilibrio nella contesa quasi maniacale. Grande approccio nella ripresa da parte degli uomini di De Boer: pressing alto e predominio territoriale, Juventus in difficoltà sul piano dell’aggressività. E succede tutto in questa seconda parte: l’immeritato vantaggio bianconero, poi l’assolo del fenomeno Icardi.

TABELLINO – INTER – JUVENTUS 2-1

Marcatori: Lichtsteiner (J) 66’, Icardi (I) 68’, Perisic (I) 78’

Ammoniti: Inter – Medel; Juventus – Lichtsteiner, Barzagli, Asamoah

Espulsi: Banega per doppia ammonizione

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon (al 79’ Miangue); Medel (al 75’ Melo), Joao Mario; Candreva, Banega, Eder (al 69’ Perisic); Icardi. In panchina: Carrizo, Berni, Ranocchia, Nagatomo, Gnoukouri, Kondogbia, Biabiany, Jovetic, Palacio. Allenatore: Frank De Boer

Juventus (3-5-2): Buffon; Benatia (al 25’ Barzagli), Bonucci, Chiellini (all’80’ Pjaca); Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic (al 74’ Higuain). In panchina: Neto, Audero, Rugani, Alves, Evra, Lemina, Hernanes, Cuadrado. Allenatore: Massimiliano Allegri

 

Massimiliano Bruno
Giornalista sportivo ed economico, dottore di ricerca in analisi socio-economica, diffido di chi va d'accordo con tutti, nato curioso.
Condividi
Articolo precedente
convocati fiorentinaFiorentina – Roma, formazioni ufficiali
Prossimo articolo
Infortunio AsamoahLe pagelle: Inter – Juventus