Iachini: «Domani dovremo essere pratici e cinici»

50
iachini udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Iachini, allenatore dell’Udinese, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’incontro in programma domani alle 12:30 contro il Chievo Verona

Beppe Iachini, allenatore dell’Udinese, ha parlato alla vigilia del lunch match in programma domani contro il Chievo Verona e che vedrà i friulani e i clivensi scendere in campo alle ore 12:30 alla Dacia Arena. Queste le parole del tecnico bianconero: «Questo è il nostro anno zero, abbiamo tanti giovani che devono crescere. Stiamo curando alcuni aspetti tattici che devono diventare le nostre certezze. Sono una serie di passaggi naturali per la crescita di una squadra. Non abbiamo fatto ancora nulla e dovremo essere pratici e cinici. Il Chievo è una squadra pericolosa che ha un ottimo portiere come Sorrentino e un ottimo allenatore come Maran e dovremo fare attenzione».

I SINGOLI E LA PARTITA – Prosegue Iachini: «Dispiace per Widmer. Dispiace per il ragazzo che stava lavorando molto bene anche nella difesa a 4. Sono infortuni che non capitano tutti i giorni, come accaduto per Heurtaux. Pazienza ma non cerchiamo alibi. Domani saranno importanti la testa, l’organizzazione, la tattica e, ovviamente, anche i duelli. Chiedo continuità di prestazione, e che la squadra scenda in campo con la personalità e l’atteggiamento giusto. Non ci sarà turnover, pensiamo solo al Chievo. Perica? Deve crescere e ha grande voglia: le qualità sono giuste e ci continueremo a lavorare sopra. Zapata? Ci aspettiamo i suoi gol ma non dimentichiamo che anche lui è un ragazzo giovane».

Antonio Parrotto
Giornalista sportivo. Non vendo sogni ma solide news. E anche panini, birre e patatine.
Condividi
Articolo precedente
allegri-juventus-champions-league-settembre-2016Allegri: «Sfida con l’Inter primo snodo Scudetto»
Prossimo articolo
pereyra-festeggia-juventus-finale-coppa-italia-maggio-2016-ifaWatford, Mazzarri: «Pogba? Meglio Pereyra»