Icardi avvisa Perisic: «Obiettivo Champions. Se non vuole restare può andare»

inter
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante dell’Inter ha dato il benvenuto a Spalletti e a Borja Valero e ha parlato di Perisic. Ecco le parole di Icardi

L’Inter ha presentato poco fa Borja Valero e da Riscone ha parlato anche il capitano, Mauro Icardi. L’attaccante ha detto la sua sul momento e sul futuro, intervistato da “Premium Sport“. Ecco le parole dell’argentino: «Siamo tutti qua e stiamo lavorando bene. Io sono fuori per l’infortunio di fine stagione ma dovrei tornare in gruppo già nella prossima settimana. Tutti vogliamo tornare in Champions League con questa squadra e quello sarà l’obiettivo. Spalletti? Non l’ho visto molto dentro il campo perché sono stato fuori. Si vede che è carico. Ha messo le sue idee, ci ha parlato e ci ha detto le cose che dobbiamo fare per migliorare. Abbiamo già capito cosa vuole fare e ci metteremo a disposizione per lui e per l’Inter».

Queste le parole di Maurito sugli insulti ricevuti da Ranocchia e sull’intervento di Spalletti in difesa del giocatore: «L’episodio con il tifoso che ha insultato Ranocchia? La società deve essere da parte della squadra così come l’allenatore. Noi siamo qua e veniamo a lavorare per prepararci per un anno importante. Dà fastidio ricevere degli insulti, mi è piaciuto l’atteggiamento del mister».

Chiosa sugli obiettivi e sui nuovi arrivati: «I 7 acquisti del Milan? Noi abbiamo il nostro mister e sicuramente la società farà un buon mercato. Obiettivo 30 gol? Non mi piace dare dei numeri. Io penso a dare il mio contributo, poi vedremo quanti saranno. Borja Valero? E’ un giocatore importante. Sarà un giocatore che ci aiuterà tantissimo con i suoi assist ma anche in fase di costruzione. Ha grande qualità e ci aiuterà tanto. Perisic? Lui deve pensare a se stesso. Se è contento deve rimanere, altrimenti, come ha detto il mister deve andare via. Promesse ai tifosi? E’ stata una stagione deludente, non solo per i tifosi. Noi stiamo iniziando un nuovo anno per sperare di tornare in Champions League».

Condividi