Infantino: «Van Basten e Boban perché l’Inter è migliore. Totti? Può fare quel che vuole»

601
infantino fifa
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della FIFA Gianni Infantino in un’intervista ha spiegato le ragioni che l’hanno portato a scegliere i due ex milanisti per rinnovare la federazione scherzando sulla sua fede interista e su un possibile ingresso anche di Totti

AGGIORNAMENTO 12/11/2016 17:30 – Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha parlato anche della possibilità di vedere un giorno Francesco Totti, attuale capitano della Roma, dirigente della federazione: «Totti alla FIFA? Prima di tutto, lui gioca ancora e chissà per quanto tempo andrà avanti. È un vero campione e ormai è diventato un’icona. Per prima cosa verificherei il suo livello di conoscenza dell’inglese, che è la lingua della FIFA, poi gli direi:”Francè, fai quello che ti pare che tanto vai bene comunque”».

Il nuovo presidente della FIFA Gianni Infantino ha scelto di rinnovare lo staff dirigenziale della federazione con Marco Van Basten Zvonimir Boban. Un rinnovamento che, alla luce degli scandali dell’anno scorso, forse era ormai necessario. Ma perché la scelta è ricaduta proprio sui due ex milanisti? Ai microfoni di Sky SportInfantino ha spiegato le ragioni che l’hanno portato a questa scelta, ironizzando sul suo amore per l’Inter.
L’INTERVISTA – «Perché Van Basten e Boban? Volevo solo dimostrare che l’Inter è sopra al Milan nel calcio. Sono due ottime persone e sono stati grandi calciatori. Per questo penso che possano dare molto al calcio dopo aver ricevuto molto da questo sport durante e dopo la loro carriera. Tutti e due vogliono contribuire al miglioramento, perciò li ho voluti. Sono felice che siano qui, e come dico io ora possono lavorare un po’ dopo aver passato vent’anni giocando a calcio. Scherzo, ovviamente, ma c’è tanto da fare: il calcio ormai è cresciuto, non è più solo l’Europa».

Condividi