Infortunio Perin, in ritiro coi compagni: le tappe del recupero

perin
© foto www.imagephotoagency.it

Infortunio Perin, il giocatore del Genoa lascia il campo dopo nove minuti per una botta al ginocchio e in panchina piange lacrime amare: trauma distorsivo, ma si teme la rottura del legamento crociato. Le ultime sui tempi di recupero

Infortunio Perin, in ritiro coi compagni: le tappe del recupero – 26 febbraio

Momento complicato per il Genoa e Mattia Perin vuole fare sentire la sua vicinanza ai compagni. Reduce dal grave infortunio, l’estremo difensore sarà in ritiro al porto Antico con i compagni, in vista della sfida contro il Bologna di oggi. Lo scorso 8 gennaio Perin si è rotto per la seconda volta il crociato ed ora è sta seguendo un programma di lavoro personalizzato: previsto il ritorno ai primi di maggio, per rivederlo abile e arruolato luglio.

Infortunio Perin: subito al via la terapia, ore 15.08

Il portiere ha parlato ai microfoni di Sky Sport il giorno dopo l’intervento al ginocchio: «Comincerò subito la fisioterapia, e questa è una cosa che mi aiuterà tanto. Sono contento di poter iniziare presto. Il Kinetech è un macchinario che mi aiuterà a recuperare subito alcuni gradi, entro oggi devo riuscire a portarlo a 90 gradi, ora sono a 60. Ce la farò sicuramente. Tra 3 mesi in campo, secondo il professor Mariani? Forse perchè sa dell’impegno e della forza di volontà che ci ho messo dopo la rottura del primo crociato. Ogni infortunio ha una storia a sè: non voglio dire che tornerò entro 3 mesi, però sicuramente ci metterò la stessa forza di volontà, se non di più. Nella vita ci sono cose più gravi: questa sarà una passeggiata di 3 – 4 mesi e poi sono fortunato, tra virgolette, nel conoscere già la terapia. Cercherò di fare il meglio possibile e ci tengo a ringraziare tutti. I tanti messaggi ricevuti mi danno forza e mi hanno fatto capire che sono stato capace di farmi volere bene dagli altri, dentro e fuori dal campo. Al di là di qualche sciocchezza, le persone hanno capito che sono una persona vera».

Infortunio Perin: rientro e tempi di recupero, 12 gennaio

Mattia Perin è stato operato ieri a Villa Stuart a causa della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e non vede l’ora di tornare in campo. Il portiere, stando a quanto riferito dal professor Mariani ai microfoni di “Premium Sport“: «L’intervento è riuscito, il recupero stavolta sarà più rapido. Ci vorranno circa tre mesi». Anche Perin ha parlato, su Instagram, citando Coelho: «A volte il guerriero della luce ha l’impressione di vivere due vite nello stesso tempo. ‘C’è un ponte che collega quello che faccio con ciò che mi piacerebbe fare’, pensa. A poco a poco, i suoi sogni cominciano a impadronirsi della vita di tutti i giorni, finché egli avverte di essere pronto per ciò che ha sempre desiderato. Allora basta un pizzico di audacia, e le due vite si trasformano in una. Il guerriero ci crede. E poichè crede nei miracoli, i miracoli iniziano ad accadere.” (Paulo Coelho) Io ci credo. Senza bisogno di miracoli, quelli li lascio a chi ne ha veramente bisogno. Io ripartirò da questo letto, dalla fisioterapia, dalla voglia di non mollare mai e di continuare a sorridere, dal desiderio di ritornare. Non come prima. Alla fine di questo percorso sarò una persona diversa, sicuramente nuova, migliore, spero. Grazie a tutti coloro che mi hanno scritto, chiamato o anche solo dedicato un pensiero. Vi abbraccio tutti. E vi aspetto, di nuovo in campo».

Infortunio Perin: intervento al ginocchio riuscito, ore 17.21

Buone notizie per il Genoa e per Mattia Perin. Questa mattina l’estremo difensore rossoblu, ko per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, si è recato a Roma a Villa Stuart per sottoporsi all’intervento chirurgico. Secondo quanto riporta Sky Sport, pochi minuti fa l’operazione è terminata: intervento completamente riuscito per il numero 1 rossoblu.

INFORTUNIO PERIN: OGGI L’OPERAZIONE, 11 GENNAIO – Mattia Perin, portiere del Genoa, ko per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro nella partita di domenica contro la Roma, sarà operato quest’oggi a Villa Stuart, a Roma. Il portiere, arrivato poco fa presso la clinica romana, ha rilasciato una breve dichiarazione: «Ringrazio tutti per gli attestati di stima. Non vedo l’ora di operarmi per iniziare a fare la fisioterapia».

INFORTUNIO PERIN: L’OPERAZIONE, 10 GENNAIO – Per Mattia Perin si parla già di quattro-sei mesi di stop. La stagione dovrebbe essere finita per lui ma il precedente fa ben sperare, visto che l’ultima volta ha recuperato in tre mesi. Domani, mercoledì 11 gennaio, Perin verrà operato a Roma a Villa Stuart dal professor Mariani, un vero e proprio maestro in questo campo. Intanto il Genoa si sta tutelando sul mercato, come previsto: sono parecchi i nomi in lizza per sostituire il numero uno infortunato.

INFORTUNIO PERIN: STAGIONE FINITA, 9 GENNAIO – Per i tifosi del Genoa non è un buon momento e nemmeno per Mattia Perin perché arrivano conferme sulla fine anticipata della stagione per il portiere del Grifone. La prognosi non è ufficiale ma il numero uno di Latina dovrebbe rientrare solo all’inizio del 2017-2018. Si tratta del terzo lungo stop per Perin, il secondo per la rottura del crociato. Adesso vedremo come agirà il Genoa sul calciomercato, l’impressione è che il club ligure voglia trovare un sostituto.

INFORTUNIO PERIN: IL GENOA CONFERMA ROTTURA DEL LEGAMENTO CROCIATO, ORE 21,52 – Il Genoa ha confermato la rottura del legamento crociato per Mattia Perin: «Il Genoa Cricket and Football Club comunica che gli esiti degli accertamenti medici a cui è stato sottoposto il portiere Mattia Perin hanno evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Nei prossimi giorni è previsto l’intervento chirurgico che sarà eseguito dal professor Mariani». Per il portiere rossoblù, stagione finita.

INFORTUNIO PERIN: SI TEME LA ROTTURA DEL LEGAMENTO CROCIATO, ORE 21.40 – Alcune indiscrezioni parlano di possibile nuova rottura del legamento crociato per il portiere rossoblu, ma a riguardo, è bene precisarlo, non c’è alcuna conferma effettiva. Perin, reduce da un infortunio del tutto simile rimediato lo scorso anno che lo ha costretto a restare fuori per parecchi mesi fino a campionato iniziato, sarà sottoposto domani e nei prossimi giorni a nuovi accertamenti medici. Per il momento il ginocchio interessato non sarebbe il medesimo dell’anno scorso, ma si teme il medesimo infortunio piuttosto. Vedremo.

INFORTUNIO PERIN: LA PRIMA DIAGNOSI, ORE 17.25 – Il portiere genoano, secondo una prima diagnosi, avrebbe riportato un trauma distorsivo al ginocchio. Non si tratterebbe, però, dello stesso ginocchio operato in primavera. A breve seguiranno nuovi aggiornamenti.

INFORTUNIO PERIN: LACRIME AMARE, ORE 15.40 – Non è una domenica fortunata per il Genoa, che adesso ha preso pure gol con una deviazione fortuita di Armando Izzo nella propria porta. Le telecamere hanno indugiato spesso sulle lacrime di Perin in panchina subito dopo l’infortunio e, purtroppo per il Genoa, non sembra una cosa da poco. Al suo posto è entrato Lamanna che esordì in Serie A contro la Roma dopo un rosso a Perin.

Infortunio Perin, il portiere del Genoa protagonista in negativo per la diciannovesima giornata di Serie A. Il Grifone sta giocando contro la Roma e al nono del primo tempo Perin è stato costretto a lasciare il campo per un infortunio. Il portiere si è fatto male al ginocchio sinistro e ha abbandonato sulle sue gambe il terreno di gioco di Marassi, sostituito da Eugenio Lamanna. In panchina però l’ex pescarese è scoppiato in lacrime.
INFORTUNIO PERIN: LE ULTIME SUL GENOA – Ancora non si conoscono né l’entità dell’infortunio né cosa è accaduto nello specifico ma al quinto (due minuti dopo una bella parata su Dzeko) Perin è rimasto a terra per un dolore al ginocchio e si è temuto il peggio. Poi ha provato a restare in campo ma non ce l’ha fatta. Vedremo se nel post-partita il Genoa diramerà un comunicato ufficiale con le condizioni di Perin.

Condividi