Inter, Ausilio: «Esonero de Boer? Stupidate»

35
ausilio
© foto www.imagephotoagency.it

Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, mette a tacere le voci sul possibile esordio di Frank de Boer

Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, ha parlato in conferenza stampa in occasione della presentazione di Joao Mario. Queste le parole del dirigenze nerazzurro: «Joao Mario? Quattro anni fa, quando con l’Inter Primavera di Stramaccioni giocammo contro lo Sporting Lisbona la sfida di Next Generations Series, ovvero la Champions League dei giovani, lui fece una bella partita, facendo già intravedere le sue qualità. Il tempo gli ha dato ragione, visto che è diventato un ottimo giocatore ed ha vinto un titolo Europeo. Provammo già allora ad acquistarlo e sarebbe costato molto meno, ma il club portoghese resistette. Avevamo già capito il potenziale del calciatore e siamo molto felici di aver investito su di lui».

CAPITOLO DE BOER«Esonero? Dovrei usare parole forti, ma sono presenti delle signore. Sono stupidate – ha continuato Ausilio – Bisogna parlare poco e lavorare tanto. Non bisogna trovare delle giustificazioni per quel che è accaduto, ma si devono risolvere i problemi. La partita di ieri è stata bruttissima, ma basterebbero tre vittoria per superare il turno. Dobbiamo crescere ancora molto perché siamo indietro e abbiamo un allenatore arrivato da poco e che non ha potuto lavorare tanto con il gruppo. Non è facile costruire qualcosa senza tempo a disposizione. Bisogna avere pazienza, ma qui in Italia si è subito pronti ad aggredire situazioni complicate, specie all’Inter. Siamo convinti di poterne venire fuori, già domenica abbiamo una grossa occasione».

 

Francesco Toscano
Francesco Toscano, o semplicemente "Tosky", del 1991, campano. Amante del calcio e di tutte le storie che lo circondano. Un solo sogno: "Kaizoku-ō ni ore wa naru!".
Condividi
Articolo precedente
torino sponsor beretta swansea guidolinAtalanta, ag. Kessié: «Napoli? Sarebbe un sogno»
Prossimo articolo
joao marioInter, Joao Mario: «Voglio vincere sempre»