Inter, De Boer: «Credo nella squadra e la società è unita»

27
de boer inter fratello esonero
© foto www.imagephotoagency.it

Frank De Boer ha sicuramente vissuto momenti migliori sia da calciatore che da allenatore, adesso si trova a fronteggiare l’ipotesi esonero

La panchina dell’olandese De Boer scotta eccome, per via dei risultati che stentano ad arrivare e per via della spinta di stampa e tifosi verso l’ipotesi esonero: «Sono sempre fiducioso nei confronti dei miei ragazzi. Ieri abbiamo dato prova di essere una squadra disciplinata, non concedendo tante occasioni da gol al Torino. Siamo stati noi ad avere il dominio del match e così dovremo fare anche in futuro. Ieri abbiamo giocato tranquillamente. Icardi? Voglio che il mio Capitano sia un esempio, lui lo è». Così l’olandese alle telecamere di Premium Sport.

FUTURO – Il mister dell’Inter poi si concentra anche su altre tematiche all’ordine del giorno: «E’ importante avere una società unita, solo così si può lavorare bene. Thohir? Ha fiducia nell’Inter, dobbiamo continuare su questa strada. E’ una persona sempre positiva, io, se posso, lo aiuto. Bisogna credere nel progetto, i risultati arriveranno solo così. Credo nella rosa che ho a disposizione, possiamo giocare bene solo se lo facciamo uniti. E’ difficile gestire 29 calciatori perchè sono davvero tanti. Magari c’è qualche deluso perchè non viene schierato ma deve capire che arriverà anche il suo momento. Mi piace che i tifosi stiano dalla nostra parte».

Condividi