De Boer: «Ho fiducia in questa Inter». Su Icardi…

61
de boer inter milan
© foto www.imagephotoagency.it

Qui Inter: le parole di Frank de Boer in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Southampton, terza giornata della fase a gironi di Champions League

Reduce dal flop interno contro il Cagliari, l’Inter è attesa domani dalla sfida contro il Southampton, 3^ giornata della fase a gironi di Europa League. Ecco le parole in conferenza stampa di Frank de Boer: «Dobbiamo migliorare, io e la squadra sappiamo che dobbiamo cambiare: nel calcio non c’è molto tempo, dobbiamo migliorare rapidamente. Cosa mi fa più arrabbiare? Sappiamo che dobbiamo migliorare, i giocatori lo sanno: quando cambia una cosa in partita, la squadra deve rispondere. Dobbiamo imparare da questo punto di vista. Io a rischio? Sappiamo che i risultati non sono buoni, ma stiamo iniziando un progetto: devo conoscere ancora la squadra, abbiamo giocato alcune partite molto bene con risultati non all’altezza, ma io ho molta fiducia in questa squadra. Per me è solo questione di tempo».

CONTINUA DE BOER«Di quanto tempo ho bisogno? E’ molto difficile dirlo: dipende dalla squadra, in quanto tempo riesce ad assorbire la situazione. Icardi? Questa situazione non è buona per tutti: per calciatori, tifosi e società. In futuro dobbiamo evitare questa situazione, condiziona molto la partita ed il focus dei giocatori. Non deve influire: tutti devono imparare ad evitare questo in futuro, non solo Icardi. Icardi credo che abbia capito, deve essere un buon esempio per la squadra e per i tifosi. Io in discussione? Ho detto sempre che un tecnico di un grande club ha grandi pressioni quando i risultati non sono buoni: è normale, ma ho sempre detto che sto facendo il bene per l’Inter con molto duro lavoro, è l’unica cosa che posso fare in questo momento. Ho molta fiducia in me stesso, nello staff tecnico, nello staff medico, nella società e nella squadra. Brozovic pronto per giocare? Sì, si sta allenando molto bene: ha giocato due partite con la Croazia, è pronto per giocare ma vedremo domani».

Condividi