Le pagelle: Inter – Juventus

227
Infortunio Asamoah juventus comunicato
© foto www.imagephotoagency.it

E’ Mauro Icardi per distacco il migliore in campo tra Inter e Juventus

Primo tempo piuttosto contenuto in termini di emozioni ed occasioni, accade tutto nella ripresa: Juventus in vantaggio nel suo momento peggiore grazie alla rete di Lichtsteiner, poi la meritatissima rimonta firmata Icardi – il migliore in campo per distacco – e Perisic. E’ grande impresa dell’Inter.

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 5.5, Miranda 6.5, Murillo 6, Santon 6 (al 79’ Miangue s.v.); Medel 6 (al 75’ Melo s.v.), Joao Mario 7; Candreva 6.5, Banega 6.5, Eder 5.5 (al 69’ Perisic 7); Icardi 8

Juventus (3-5-2): Buffon 6; Benatia 6 (al 25’ Barzagli 5.5), Bonucci 5.5, Chiellini 6 (all’80’ Pjaca s.v.); Lichtsteiner 6.5, Khedira 5.5, Pjanic 6, Asamoah 4.5, Alex Sandro 7; Dybala 6, Mandzukic 5 (al 74’ Higuain 6)

INTER – IL MIGLIORE

Icardi 8: Straripante. Già nel primo tempo è il più pericoloso dei suoi, con il palo colpito nell’occasione in cui aveva lasciato sul posto Buffon. Nella ripresa si scatena: lo scatto devastante su Bonucci, la rete del momentaneo pareggio con un perentorio colpo di testa sugli sviluppi di un corner, poi l’assist decisivo a Perisic. Un fenomeno.

INTER – IL PEGGIORE

Eder 5.5: Non trova i suoi consueti varchi per poter entrare nel corso della partita e provare ad incidere: tanto movimento ma spesso fine a se stesso, alla lunga la retroguardia bianconera lo contiene piuttosto agevolmente. De Boer se ne accorge e lo richiama in panchina in luogo del match-winner Perisic.

JUVENTUS – IL MIGLIORE

Alex Sandro 7: Straripante. Nel primo tempo la Juve non trova sfoghi alla sua azione e passa costantemente a sinistra, dove invece trova la costanza del suo esterno brasiliano. Che fa sempre la scelta giusta: va quando deve andare, tiene quando c’è da contenere. Nella ripresa l’assist perfetto per l’inserimento di Lichtsteiner in occasione della rete del momentaneo vantaggio bianconero.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

Asamoah 4.5: Stecca nei fondamentali: problemi nel controllo della palla, altrettanti in termini di posizione. Finisce con il non attaccare ed il non difendere, poco aiutato peraltro dalla giornata poco felice del centrocampo bianconero. Probabilmente, in questa Juventus ed in questo impianto, meglio da esterno. Sbaglia ancora in occasione della rete del definitivo vantaggio nerazzurro.

TABELLINO – INTER – JUVENTUS 2-1

Marcatori: Lichtsteiner (J) 66’, Icardi (I) 68’, Perisic (I) 78’

Ammoniti: Inter – Medel; Juventus – Lichtsteiner, Barzagli, Asamoah

Espulsi: Banega per doppia ammonizione

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon (al 79’ Miangue); Medel (al 75’ Melo), Joao Mario; Candreva, Banega, Eder (al 69’ Perisic); Icardi. In panchina: Carrizo, Berni, Ranocchia, Nagatomo, Gnoukouri, Kondogbia, Biabiany, Jovetic, Palacio. Allenatore: Frank De Boer

Juventus (3-5-2): Buffon; Benatia (al 25’ Barzagli), Bonucci, Chiellini (all’80’ Pjaca); Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic (al 74’ Higuain). In panchina: Neto, Audero, Rugani, Alves, Evra, Lemina, Hernanes, Cuadrado. Allenatore: Massimiliano Allegri

Massimiliano Bruno
Giornalista sportivo ed economico, dottore di ricerca in analisi socio-economica, diffido di chi va d'accordo con tutti, nato curioso.
Condividi
Articolo precedente
icardi-inter-third-europa-league-settembre-2016Grande Inter: vince in rimonta sulla Juve!
Prossimo articolo
convocati ArgentinaIcardi: «Che bello segnare sempre alla Juve» | Sky Sport