Leonardo: «Io all’Inter? Nella loro testa c’era solo de Boer»

58
leonardo
© foto www.imagephotoagency.it

Inter, Leonardo smentisce le voci di un possibile ritorno estivo sulla panchina nerazzurra e difende de Boer: «Ha coraggio, la sua cultura lo porta ad osare molto: mi rivedo in lui, anche io osavo tatticamente»

Leonardo non è mai stato vicino al ritorno all’Inter: l’ex allenatore nerazzurro, subito dopo l’addio repentino in estate di Roberto Mancini, era uno dei candidati alla panchina, almeno secondo la stampa. Il brasiliano, intervenuto però ai microfoni di Sky Sport, ha spiegato la vicenda: «Se sono stato contattato? Il club pensava di rimanere inizialmente con Mancini, ma poi dopo le cose sono cambiate ed hanno puntato su Frank de Boer, che era già da tempo nelle idee della società – le parole di Leonardo – . Io sono stato poco in nerazzurro ed il mio rapporto con la società è finito troppo velocemente, ma ho dei bellissimi ricordi».

INTER, LEONARDO: «DE BOER DIVERSO DA NOI» – Sull’inizio di de Boer all’Inter: «A Pescara con tre cambi insieme ha dimostrato coraggio, ha capito che era il momento giusto – spiega Leonardo – . La sua cultura calcistica è diversa, non ha paura e si sente libero. Io mi rivedo un lui: ricevevo critiche quando giocavo con il “4-2-fantasia”, ma ho sempre preferito osare». Chiosa sull’arrivo di Gabigol in nerazzurro: «Gli servirà tempo, il calcio italiano non è facile. Dovrà organizzarsi senza fretta, considerando anche la concorrenza: alla fine penso che l’attaccante riuscirà a trovare il suo spazio, la squadra è migliorata parecchio in estate».

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
milanAmbrosini: «Milan, io non torno, ma prendi Maldini»
Prossimo articolo
linetty-sampdoria-third-settembre-2016Linetty: «Sampdoria, sto vivendo un sogno!»