Mario Suarez: «Sì all’Inter, Simeone non lo permise»

212
simeone - inter
© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter sarebbe potuta diventare la nuova casa calcistica di Mario Suarez, se mister Simeone non avesse ostacolato il tutto

Ne sono passati di mediani dalle parti di San Siro, Mario Suarez avrebbe potuto far parte della lunga lista dell’Inter se non fosse stato per il Cholo. Lo spagnolo rivela quanto accaduto a Cadena Ser: «Avevo intenzione di dire “sì” alla proposta dell’Inter. Però mister Diego Simeone, all’epoca, non me lo permise. Per convincermi a restare mi impiegò nel match che precedeva la chiusura della sessione di mercato invernale, salvo poi ritornare a far panchina al Calderon».

GIALLO DI MERCATO – Mario Suarez non si ferma e svela altre curiosità ai microfoni della storica radio iberica: «Alcuni aspetti di Simeone, ammetto, non mi piacevano del tutto, così come al tecnico non andavano giù delle mie caratteristiche. Nonostante tutto ciò, però, resta il miglior tecnico con cui ho lavorato fin qui nel corso della mia carriera. Attualmente abbiamo ancora un bel rapporto». Questioni di un passato lontano per Suarez che, poi, fece comunque scalo in Italia, vestendo la maglia della Fiorentina per ben 15 milioni di euro. Esperienza non fortunata, conclusasi con la cessione a titolo definitiva al Watford e il successivo prestito al Valencia.

E proprio in Liga l’ex centrocampista della Fiorentina ha regalato la prima vittoria al neo-tecnico del Valencia, Cesare Prandelli: infatti, una doppietta di Mario Suarez ha permesso al tecnico italiano di vincere la gara contro lo Sporting Gijon in trasferta, primi tre punti all’esordio per l’ex c.t. della Nazionale.

Condividi