Moratti: «Inter, diamo un mese di tempo a de Boer»

63
de boer
© foto www.imagephotoagency.it

Inter, l’ex presidente Moratti prova a consigliare il nuovo tecnico Frank de Boer. Sull’addio di Mancini: «Non si capisce chi ha rotto con chi»

Ancora Massimo Moratti su Frank de Boer: l’ex presidente dell’Inter, adesso de facto consulente della nuova proprietà cinese, aveva avuto modo già ieri di parlare del tecnico olandese, appena arrivato alla guida della squadra. Oggi, a La Gazzetta dello Sport, Moratti ha spiegato meglio alcuni concetti: «De Boer è un ottimo tecnico, ma è arrivato nel calcio italiano da troppo poco. Bisogna avere pazienza e non addossargli tutte le colpe di questo avvio di stagione. Non solo in Italia, anche all’estero ho letto di critiche francamente esagerate. Ma lui è arrivato a venti giorni dalla fine del mercato e con la preparazione già avviata – le parole di Moratti – . Per onestà intellettuale bisogna concedergli almeno un mese ancora per poi esprimere dei giudizi sul suo operato. La difesa a tre? Ecco, lui deve lavorare per non crearsi delle critiche supplementari. Per questo deve farsi consigliare bene da chi gli sta intorno, dal suo staff, e deve capire il calcio italiano studiando gli avversari».

INTER, MORATTI: «MANCINI? NON SI CAPISCE BENE CHI HA ROTTO» – L’ex numero uno interista esprime la propria soddisfazione per gli acquisti di Joao Mario e Gabigol, ma anche per la permanenza di Mauro Icardi. Sulla rottura con Roberto Mancini: «Non si capisce bene alla fine chi abbia rotto per prima: se lui con la proprietà o viceversa. Comunque erano tre mesi che le cose stavano in un determinato modo».

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
calciomercato roma totti juventusTotti: «Juve avanti? A fine mercato se ne dicono tante»
Prossimo articolo
barcellona ronaldinho ambasciatoreRonaldinho torna al Barcellona: sarà ambasciatore