Inter: si puntano più italiani e giovani nel mercato del futuro

146
gagliardini atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

La linea dell’Inter sembra quella di voler italianizzare e svecchiare la rosa. Gli esempi che arrivano dalle altre big di Serie A sono positivi, i nerazzurri non vogliono essere da meno

Se si guarda alla composizione dell’Inter non si può che confermare un trend degli ultimi anni: è Internazionale di nome e di fatto. Anche se in futuro questa situazione potrebbe cambiare anche in luce degli esempi lampanti in questo campionato. Squadre con un forte zoccolo duro di italiani (vedi la Juventus, ma anche il Milan degli ultimi mesi) stanno raccogliendo molti risultati positivi. E l’Inter vuole percorrere la stessa strada, dopotutto uno dei migliori acquisti è stato Candreva.

CANDREVA E PUNTARE SUI GIOVANI – Al derby della Madonnina, l’ex Lazio Candreva ha fatto una buonissima partita. Per aggiudicarsi le sue prestazioni sportive l’Inter ha dovuto fare un vero e proprio investimento di 25 milioni di euro totali, a dimostrazione che i buoni giocatori italiani possono diventare meno a buon mercato degli stranieri.
Questo implica non poter acquistare sul mercato giocatori già fatti e finiti, l’esborso economico sarebbe eccessivo, per questo l’Inter potrebbe iniziare a puntare su elementi più giovani. Un esempio potrebbe essere quello di Caprari, di proprietà nerazzurra, lasciato in prestito al Pescara. Si guarda anche agli italiani all’estero che stanno trovando poco spazio, uno su tutti Matteo Darmian che con Mourinho non sta giocando e vorrebbe trovare nuovamente la continuità sul campo per evitare di perdere anche la maglia della nazionale. Nel palcoscenico della Serie A si guarda in casa Atalanta: qui, si annidano molti piccoli talenti che piacciono a tante big, Roma in testa che ha studiato Kessie, Caldara e Gargliardini per il futuro. Gli stessi giocatori piacciono però anche all’Inter che dovrà battere la concorrenza delle altre squadre in corsa per aggiudicarseli nelle prossime sessioni di calciomercato.

Condividi