Inter shock. De Boer: ecco come riprendersi

32
inter - palermo de boer
© foto www.imagephotoagency.it

La prima di Serie A di de Boer con l’Inter è stata una sconfitta terribile a Verona col Chievo. L’Inter e de Boer devono ripartire: mercato, tattica, condizione fisica e totem le certezze da cui ripartire

Frank de Boer ha toppato la prima con l’Inter, l’esordio in Serie A col Chievo Verona è stato un mezzo fallimento e adesso il tecnico olandese e l’Inter hanno quattro punti da cui ripartire. Il primo è la condizione fisica e mentale, perché troppi passi falsi (incluse le amichevoli con goleada) influiscono negativamente sull’Inter. Legato a questo c’è l’aspetto tattico: mai più difesa a tre, a Verona de Boer ha azzardato e ha pagato le conseguenze, ergo d’ora in poi 4-2-3-1 o 4-3-3.

INTER, DEVI RINASCERE: ECCO COME – Il terzo dei quattro punti riportato da La Gazzetta dello Sport riguarda i cosiddetti totem, i punti fermi su cui de Boer deve per forza puntare. Non è piaciuto quel Perisic in panchina, anche perché senza di lui Banega fatica; il tecnico, insomma, deve individuare quei giocatori insostituibili a cui dare fiducia. Infine c’è il calciomercato, perché la rinascita passa anche da quello: servono un difensore centrale e un centrocampista, mancano pochi giorni al gong e l’Inter deve sbrigarsi. Non sono ammessi altri passi falsi nella prossima sfida al Palermo.

Gianmarco Lotti
Giornalista sportivo toscano vivente, amante del calcio come cultura. Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.
Condividi
Articolo precedente
calciomercato milan romagnoli chelseaMilan, Chelsea su Romagnoli. Stambouli sfuma
Prossimo articolo
inter de boerInter su Criscito, Erkin via. Brozovic: sorpresa interessante