Italia – Germania (0 a 0): pagelle e tabellino

415
belotti italia
© foto www.imagephotoagency.it

Amichevole, Italia – Germania. Risultato, formazioni ufficiali, pagelle e tabellino, info streaming e probabili formazioni

Italia – Germania 0-0: tabellino

MARCATORI:
AMMONITI: Tah (G), Gundogan (G)
ESPULSI:
ARBITRO: Viktor Kassai (Ungheria)

Italia – Germania: pagelle e sintesi

ITALIA (3-4-3): Buffon 6.5 (al 46’ Donnarumma 6); Rugani 6, Bonucci 6, Romagnoli 6 (al 46’ Astori 6); Zappacosta 5.5, Parolo 5.5, De Rossi 7, Darmian 5.5; Eder 5.5 (al 68’ Bernardeschi 5.5), Belotti 7 (all’88’ Zaza s.v.), Immobile 6.5 (all’88’ Sansone s.v.). In panchina: Perin, Antonelli, De Sciglio, Izzo, Cataldi, Gagliardini, Verratti, Bonaventura, Candreva, Insigne. Allenatore: Giampiero Ventura

GERMANIA (3-5-1-1): Leno 6; Hummels 6.5 (al 46’ Tah 5), Mustafi 6, Howedes 6; Kimmich 6.5, Weigl 6.5 (al 70’ Gotze s.v.), Rudy 5.5, Gundogan 6.5, Gerhardt 6; Goretzka 7 (al 60’ Gnabry 6); Muller 6 (al 60’ Volland 6.5). In panchina: Neuer, Ter Stegen, Boateng, Hector, Henrichs, Brandt, Khedira, Meier, Gomez. Allenatore: Joaquim Loew

ITALIA – IL MIGLIORE

Belotti 7: Non segna ma è un costante punto di riferimento per la sua Italia, soprattutto quando rintanata nella propria metà campo e dunque in difficoltà sul piano del disimpegno: lui c’è sempre e non si limita a questo, a far salire la squadra, quanto anche a trovare soluzioni offensive in ogni circostanza. In continua crescita, si candida per un ruolo da protagonista nell’immediato futuro di questa nazionale.

ITALIA – IL PEGGIORE

Eder 5.5: Fatica non poco ad entrare nel corso della gara e dunque ad incidere: un solo vero sprazzo, quello nella ripresa quando costringe al fallo da ammonizione il malcapitato Tah, prima di essere sostituito da Bernardeschi. Nel primo tempo aveva faticato anche in termini di posizione: ha girato a largo per trovare gli spazi necessari al suo incedere, senza buon esito.

GERMANIA – IL MIGLIORE

Goretzka 7: Calciatore universale, esageratamente moderno: di base centrocampista, oggi Loew lo schiera da raccordo tra la folta mediana e l’unico riferimento offensivo Muller. Seppur non nella serata più efficace dal punto di vista dell’agonismo, eccelle per qualità, lettura delle situazioni di gioco, inventiva e personalità. Nella ripresa – in piena logica di turnazioni – lascia il posto a Gnabry.

GERMANIA – IL PEGGIORE

Tah 5: Entra in campo all’intervallo in luogo di Hummels ma non sembra essere all’altezza dei suoi colleghi di reparto, non soltanto del campione del Bayern Monaco quanto anche rispetto a Mustafi ed Howedes. La tenuta complessiva della sua Germania ne risente: Belotti lo punta in più di un’occasione e lo salta senza troppi problemi, ricorre al fallo da ammonizione su Eder, rischia troppo in fase di disimpegno.

ItaliaGermania 0-0, test piuttosto indicativo per gli uomini di Ventura: rotazioni che possono fornire elementi al commissario tecnico in vista delle sfide future. Tedeschi giocoforza più avanti (non di poco) sul piano dell’organizzazione.

PRIMO TEMPO – Prima chance per gli azzurri con Belotti che calcia di potenza da posizione centrale, palla alta sulla porta difesa da Leno. Grande densità nel mezzo per i tedeschi: tre centrocampisti più Goretzka che lega il reparto con l’unico riferimento offensivo Muller. Al 12’ minuto movimento opposto: Muller si avvicina al centrocampo per fare da sponda a Goretzka, asse perfettamente riuscito ma salva tutto Buffon in uscita. Decisamente più Germania che Italia, tedeschi che sfruttano la qualità del possesso palla per dominare l’incontro: al 20’ ancora un attivissimo Goretzka dalla distanza, attento Buffon. Break Italia al 25’: De Rossi per Immobile che calcia di prima intenzione con potenza ma senza precisione. Al 28’ Goretzka prolunga un cross di Kimmich e serve Gundogan, provvidenziale l’anticipo di Buffon. Bellissimo uno-due Gundogan-Muller al 32’, il diagonale del primo trova ancora l’opposizione dell’estremo difensore azzurro. Al 43’ grande sponda con colpo di tacco di Goretzka per Muller, l’Italia si salva: all’intervallo si va sul risultato di 0-0.

SECONDO TEMPO – Dalle prime trame della ripresa sembrerebbe emergere un’Italia più aggressiva sul piano del pressing e dell’occupazione del territorio: come in avvio di gara la prima chance è ancora per Belotti, che al 4’ minuto calcia con potenza dalla distanza, palla alta. Al 10’ Belotti contrastato vigorosamente da Tah al momento della battuta in piena area di rigore, al 17’ rete annullata alla Germania per fuorigioco del subentrato Volland, restano forti dubbi sulla posizione del centravanti tedesco, presumibilmente in linea con il pallone. Grande chance per l’Italia al 25’: Immobile sfonda sulla sinistra e crossa verso il centro dell’area di rigore, irrompe Bernardeschi ma da ottima posizione e del tutto indisturbato calcia su Leno. Risposta tedesca con un ottimo Volland: diagonale fuori, al 29’ ci prova Immobile ma il suo destro non trova il giro giusto e termina a lato della porta tedesca. Al 37′ arriva la chance principale della partita: Belotti elude la marcatura di Tah e calcia in diagonale, il legno dice no all’Italia ed al suo centravanti. Tiro debole nei minuti di recupero da parte di Sansone e chance per Tah sugli sviluppi di un corner, risultato finale: Italia – Germania 0-0.

ITALIA MEGLIO NELLA RIPRESA – Germania più forte, più consapevole: la solita trama fatta di palleggio e repentine accelerazioni crea apprensione ad un’Italia fondamentalmente a presidio della propria metà campo, con qualche break qua e là per provare a rendersi pericolosa. Il modulo senza riferimenti toglie certezze ad un’Italia che ha invece bisogno di appoggiarsi sull’avversario: particolarmente ispirato il classe ’95 Goretzka, calciatore universale. Ripresa più coraggiosa per gli uomini di Ventura sul piano del predominio territoriale: il palo dice no ad un super Belotti, resta un buon test contro una nazionale ovviamente più evoluta.

Italia – Germania: formazioni ufficiali

Tutto confermato in casa Italia: Ventura passa al 3-4-3 e sperimenta alcuni nuovi interpreti, di seguito le scelte del selezionatore azzurro. Grandi cambiamenti anche da parte di Joaquim Loew.

ITALIA (3-4-3): Buffon; Rugani, Bonucci, Romagnoli; Zappacosta, Parolo, De Rossi, Darmian; Eder, Belotti, Immobile. In panchina: Donnarumma, Perin, Astori, Antonelli, De Sciglio, Izzo, Cataldi, Gagliardini, Verratti, Bernardeschi, Bonaventura, Candreva, Insigne, Sansone, Zaza. Allenatore: Giampiero Ventura

GERMANIA (4-2-3-1): Leno; Kimmich, Hummels, Mustafi, Howedes; Weigl, Rudy; Gundogan, Goretzka, Gerhardt; Muller. In panchina: Neuer, Ter Stegen, Boateng, Hector, Henrichs, Tah, Brandt, Gotze, Khedira, Meier, Gnabry, Volland, Gomez. Allenatore: Joaquim Loew

Italia – Germania: probabili formazioni e pre-partita

ITALIA, VENTURA: “C’è grande voglia di misurarsi con i campioni del mondo, basta questa come motivazione della serata. Qualificazione? Resto fiducioso, il gruppo è umile anche per quanto concerne i calciatori più esperti e vincenti”.

Amichevole di lusso nello scenario del San Siro di Milano tra la nuova Italia di Ventura e la solita Germania di Loew: per i due commissari tecnici può essere l’occasione – nell’ovvio rispetto che si deve ad un avversario così competitivo – per sperimentare nuove soluzioni in vista dell’immediato futuro, lì dove ci sarà da conquistare un tutt’altro che scontato accesso al prossimo Mondiale in terra russa.

ITALIA (3-4-3): Buffon; Rugani, Bonucci, Romagnoli; Zappacosta, Parolo, De Rossi, Darmian; Eder, Belotti, Immobile. In panchina: Donnarumma, Perin, Astori, Antonelli, De Sciglio, Izzo, Cataldi, Gagliardini, Verratti, Bernardeschi, Bonaventura, Candreva, Insigne, Sansone, Zaza. Allenatore: Giampiero Ventura
GERMANIA (4-2-3-1): Leno; Kimmich, Hummels, Howedes, Gerhardt; Weigl, Rudy; Muller, Goretzka, Gnabry; Goetze. In panchina: Neuer, Ter Stegen, Boateng, Hector, Henrichs, Mustafi, Tah, Brandt, Gundogan, Khedira, Meier, Volland, Gomez. Allenatore: Joaquim Loew

Italia – Germania Streaming: dove vederla in tv

INFO STREAMING E TV – La partita sarà trasmessa in esclusiva soltanto su Rai 1 a partire dalle ore 20.45, come di consueto. Sarà possibile seguire la partita comunque anche su piattaforme per pc, smartphone e pure tablet grazie all’apposita applicazione di RaiPlay. E’ la trentacinquesima volta che Italia e Germania si incontrano ufficialmente: azzurri nettamente avanti con ben quindici successi, otto quelli tedeschi ed undici pareggi.

Condividi