Italia, Ventura aspetta Boyè

107
Boyé al Boca Juniors
© foto www.imagephotoagency.it

La questione oriundi torna prepotentemente in auge per l’Italia di Ventura. Boyè ci pensa

Lucas Boyè è arrivato in Italia soltanto quest’estate, ma potrebbe essere più italiano che mai ben presto. Nato in Argentina, cresciuto calcisticamente tra River Plate e Newell’s Old Boys: ha incantato i tifosi del Torino e gli appassionati in generale della nostra massima serie. Il commissario tecnico Giampiero Ventura il mese scorso dichiarò che seguiva sia lui che Lapadula, quest’ultimo poi convocato dal tecnico. «Boyè è un calciatore con forza fisica e colpi straordinari. E’ nella mia lista di calciatori monitorati, attendo la sicurezza, a termini di regolamento, della possibile convocazione».
TALENTO – Boyè ha talento e, solitamente, quelli che ci sanno fare sono sempre contesi. Sia dai club, Sabatini, allora dirigente della Roma, ne parla ancora come un rimpianto, che, in questo caso, dalle Nazionali. La Stampa spiega che Lucas sta pensando alla possibilità di diventare “azzurrabile” e domani dirà la sua alla Federazione Italiana Giuoco Calcio. Resta la preferenza dell’attaccante per la maglia della sua Argentina, ma uno stage con l’Italia non gli impedirebbe, in futuro, di poter accettare la tanto attesa chiamata albiceleste.

Condividi