Juric: «Gasperini? Non conta, dobbiamo pensare a battere l’Atalanta»

35
© foto www.imagephotoagency.it

Ivan Juric, allenatore del Genoa, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida con l’Atalanta di mister Gasperini. Le sue dichiarazioni

Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di AtalantaGenoa, gara valida per l’undicesima giornata di Serie A. Ecco le parole del tecnico: «Gasperini? Queste sono cose che hanno poca importanza. Ho incontrato il mister all’evento arbitri-allenatore. Noi dobbiamo pensare alla nostra prestazione: dobbiamo vincere per fare contenti i nostri tifosi. Al derby mi sono piaciuti di più i ragazzi poi abbiamo fatto alcuni errori come contro il Milan ma non li abbiamo pagati. Izzo e Pavoletti non si sono allenati, li valuteremo in mattinata. L’Atalanta è una squadra tosta, difficile da affrontare. Loro sono molto bravi sui calci piazzati e dovremo stare molto attenti».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Ivan Juric: «Ninkovic titolare? Non ho ancora scelto la formazione, sto valutando tutte le soluzioni. Edenilson o Lazovic a destra? Vedremo: entrambi hanno fatto bene. Biraschi al posto di Izzo? Prima vediamo come sta Izzo. Sarà una partita di grande pressione, ci sarà da battagliare. Vediamo chi la spunta. Poi ci sono gli episodi. Critiche a Veloso? E’ un giocatore che è fra i primi tre per chilometri percorsi e poi leggo che è compassato e mi dispiace per le critiche. Non dobbiamo pensare al Veloso di quattro anni fa, bisognerebbe valutare in base a quanto il calciatore fa vedere in questo preciso istante, in ogni partita. Simeone ha margini di miglioramento allucinanti, sono molto contento di lui. Noi abbiamo anche Pavoletti, un giocatore importante quando sta bene. Se mi sorprende la posizione dell’Atalanta? No perché hanno ottimi giocatori.Ci sono tre, quattro squadre che si sono staccate e poi c’è il gruppo. Chi mi ha colpito dell’Atalanta? Ritengo il Papu Gomez un top player. Poi sicuramente mi ha impressionato anche Kessie che avevo visto lo scorso anno, in B, a Cesena».

Condividi