Juve-Napoli, Mauro: «Higuain sarà protagonista»

61
© foto www.imagephotoagency.it

L’intervista completa realizzata da Tuttosport a Massimo Mauro. L’opinionista Sky commenta il big match Juventus-Napoli

«Prima di Juventus-Napoli era impossibile sgarrare, da giocatore erano le partite più belle da preparare». Esordisce con questo pensiero Massimo Mauro, uno che il big match di stasera lo ha giocato con entrambe le maglie, prima al fianco di Michel Platini e poi di Diego Armando Maradona: «Higuain si sarebbe trovato a meraviglia con entrambi (ride, ndr). Sì, lui come qualsiasi giocatore mediamente intelligente, quei due erano fenomeni veri. E chi lo vedeva Diego nello spogliatoio, non c’era mai… Era un personaggio straordinario anche per questi motivi: era misterioso. Platini, invece, aveva sempre la battuta pronta. Ma se penso a Michel mi vengono in mente anche i calzettini macchiati di terra rossa. Prima di andare ad allenarsi andava a giocare a tennis».

Stasera il Pipita affronta per la prima volta il Napoli: come la vede?
«Sarà emozionato. Al primo incrocio è inevitabile, è successo anche a me quando affrontai due squadre a cui ero legatissimo come Catanzaro e Udinese. Ma attenzione, l’emozione spesso ti porta a giocare bene, anche meglio. Sono convinto che Higuain disputerà una bellissima partita».

Non è solo una valutazione psicologica, giusto?
«E’ anche una questione di caratteristiche. Il Napoli è abituato a giocare con una difesa molto alta e Higuain, con i suoi movimenti, può sorprenderla. Il Pipita lo vedo inserito bene nella Juventus. Il fatto che non segni da quattro partite vuol dire poco: il gol può dipendere da tante cose. Parliamo di un grande centravanti, che la Juventus ha pagato tanto per vincere ancora di più. Ecco, se a fine stagione i bianconeri avranno conquistato lo scudetto e saranno arrivati in semifinale o finale di Champions i 90 milioni spesi saranno stati ripagati. Il Napoli, invece, ci ha già guadagnato: con l’assegno della Juve ha rinforzato la rosa e cedendo Higuain si è pure levata il peso di dover lottare per lo scudetto».

E se invece di Higuain salta fuori un jolly, tipo lo Zaza versione 15/16…
«Per il Napoli potrebbe essere Hamsik. E’ un giocatore totale, che vorrei sempre avere nella mia squadra. E’ il mio preferito. E non soltanto il mio… E’ un pallino anche di Marotta, che ha provato tante volte ad acquistarlo. Sarebbe stato l’uomo ideale per il dopo Pogba. Hamsik può far male in tanti modi, soprattutto inserendosi centralmente. Mentre per la Juventus il protagonista potrebbe essere Cuadrado. Il colombiano è in forma e quando si limita a puntare l’avversario e a crossare diventa davvero devastante».

C’è dell’altro?
«Occhio ai calci piazzati. Juve e Napoli hanno due specialisti: Pjanic e Insigne. Come tipo di calcio, preferisco il bosniaco, ma parliamo di due ottimi tiratori».

Lei Marchisio lo schiererebbe?
«Dopo un infortunio così grave, va gestito. Ma io contro il Napoli lo rimetterei titolare, poi valuterei in corso d’opera».

Condividi