Juventus, dalla Germania: Rummenigge conferma Coman

323
Bayern Monaco coman
© foto www.imagephotoagency.it

Il francese, in prestito biennale al Bayern Monaco, sembrava lontano dalla conferma, ma Ancelotti avrebbe dato il via al club per procedere col riscatto dalla Juventus

AGGIORNAMENTO 16 NOVEMBRE – Prestazioni sottotono e infortuni, la stagione di Kingsley Coman al Bayern Monaco potremmo riassumerla così. Ma il club tedesco crede nelle potenzialità del giovanissimo attaccante francese e non vuole perdere il suo cartellino. La conferma arriva dalle dichiarazioni, alla Sport Bild, del dirigente Karl – Heinz Rummenigge: «Solitamente tendiamo a non far cadere l’opzione che abbiamo per un calciatore. Coman ha iniziato male l’annata, ma sono soddisfatto di quanto ha fatto intravedere contro l’Hoffenheim. Sono sicuro che il nostro allenatore saprà riproporlo ai livelli raggiunti nella scorsa stagione».

Esordire tra i professionisti a 16 anni e vantare un palmares con due Ligue 1, una Serie A e una Bundesliga a 20 anni non ancora compiuti. Chi ci è riuscito è Kingsley Coman, il francese di origine guadalupense, cresciuto nelle giovanili del Paris Saint-Germain, poi acquistato dalla Juventus della quale ha vestito la maglia per due stagioni prima di trasferirsi in prestito biennale al Bayern Monaco. L’operazione che nell’estate del 2015 ha portato l’attaccante nato a Parigi a trasferirsi in Germania, prevede un diritto di opzione da parte dei bavaresi per rendere l’acquisto definitivo.

RISCATTO PIU’ VICINO – Voluto al Bayern Monaco da Pep Guardiola, oggi allenatore del Manchester City, Kingsley Coman per un certo periodo ha visto in bilico la propria posizione all’Allianz Arena, visto lo scarso impiego da parte di Carlo Ancelotti. Alcune voci di corridoio lasciavano intendere come l’ipotesi che il Bayern potesse decidere di non riscattare il suo cartellino al termine del prestito (che scadrà a giugno 2017 ndr) fosse più di una semplice possibilità. Ad oggi, tuttavia le cose sono cambiate e il non-riscatto è uno scenario che appare possibile scartare definitivamente. La Juve. che ha ceduto il ragazzo in prestito oneroso di due anni, alla fine incasserà i 21 milioni di euro pattuiti come cifra del riscatto. Decisivo il placet del tecnico italiano, che secondo quanto riportarto da Sport 1, ha comunicato al club la sua decisione di tenere Coman. E’ giusto una questione di tempo: presto nelle casse bianconere entreranno altri denari freschi, frutto di un’altra operazione lungimirante del duo Marotta-Paratici. Coman, infatti, fu preso a parametro zero dopo il termine del vincolo contrattuale col PSG e produrrà una plusvalenza di oltre 20 milioni di euro.

Condividi