Juventus, Buffon e il calo del rendimento in campo

116
spagna italia buffon
© foto www.imagephotoagency.it

Calo nel rendimento per Gianluigi Buffon. Rispetto al 14/15 la sua media voto si è abbassata da 6,31 a 5,81. Ma la Juventus non pensa all’alternanza con Neto

Gianluigi Buffon veste il ruolo di portiere dall’età di 13 anni, ora ne ha 38 e una carriera fatta di continui successi e non solo con la sua Juventus, ma anche con la maglia della Nazionale Italiana. SuperGigi però i suoi anni sulle spalle li ha tutti e non è infallibile. È semplicemente un essere umano, come ha sdrammatizzato Bonucci, commentando gli errori che l’estremo difensore bianconero ha fatto nelle due partite consecutive: quello in Nazionale e poi quello nell’ultima disputata con la maglia della Juventus contro l’Udinese.

RENDIMENTO IN DISCESA –  Rivedendo il replay dell’errore contro la Spagna, che ha permesso a Vitolo di andare in porta, ritorna alla mente l’uscita a vuoto di Viviano con la Sampdoria. Solo che se vedi farlo al portiere blucerchiato ci può stare, quando è Buffon a mancare la palla in uscita, un brivido ti attraversa la schiena. Ma siccome i prossimi anni sono 39, prima o poi bisogna aspettarselo.
Come riporta la Gazzetta dello Sport, il rendimento di SuperGigi è andato in calando: nella stagione 14/15 ha avuto una media top con 6,31 di voto dopo otto gare di campionato e la prima insufficienza arrivò solo alla 33.a giornata. Nel successivo campionato 15/16, quello dell’anno appena trascorso, la media si è abbassata a 6,14, ma in tutta la stagione non ha mai preso un 5 in pagella. Attualmente invece la sua media si attesta sul 5,81 e il voto più basso è proprio il 4 preso nella gara con la maglia della Nazionale.

JUVENTUS SERENA E FIDUCIOSA – Buffon non è comunque in discussione alla Juventus. Tifosi, allenatore e compagni di squadra sono dalla sua parte e ci può stare un momento di poca lucidità con la stanchezza dei tanti impegni ravvicinati. Non si parla nemmeno di alternanza, di dualismo, con il suo secondo Neto che, alla Juventus avrebbe preferito avere più spazio in questo anno e mezzo e che invece non ha collezionato tante presenze. E non succederà nemmeno ora, anche se il rendimento di SuperGigi si è abbassato e ha preso un cinque in pagella. Ovviamente anche Buffon non è eterno quindi, Neto sa che il suo futuro è sicuramente alla Juventus, come ribadito più volta anche dal direttore sportivo Marotta, per cancellare anche un possibile addio a gennaio con il portiere brasiliano. La Juve cerca un giovane portiere, è vero, ma per un ciclo futuro e non per l’immediato.

Condividi