Juventus, Marotta: «Qui non ci sono riserve ma co-titolari»

28
calciomercato juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, si è espresso sui temi del momento in casa Juventus

Marotta, davanti alle telecamere di Premium Sport, ha offerto il suo punto di vista sulla questione arbitrale nata dopo la sconfitta subita a San Siro contro il Milan, così come sugli obiettivi che si pongono squadra e società in questa annata 2016/2017: «Rabbia post – Milan? Non era legata soltanto a degli errori arbitrali. La nostra Juventus deve essere più forte di tutto ciò. Dobbiamo dar prova di essere quella squadra capace di ambire alla vittoria del titolo nazionale. Stasera dovremo offrire una prestazione importante contro la Sampdoria di Giampaolo».

MAROTTA DIXIT – Il dirigente bianconero poi sposta il focus su quella che è la filosofia aziendale della società: «Nel calcio tutto è migliorabile, però la perfezione non esiste. Queste continue variazioni nell’undici titolare dipendono dal calendario compresso che ci troviamo a fronteggiare, così come dagli infortuni e dalle partite delle varie Nazionali. Nella Juve non esistono riserve ma co-titolari, contraddistinti da senso di appartenenza e forti motivazioni. L’aspetto importante resta la vittoria, se la si raggiunge giocando un bel calcio tanto di guadagnato. Le parole di Andrea Agnelli portano con sè il messaggio di anteporre la riforma alle individualità».

Condividi