Juventus, Marotta: «L’obiettivo è vincere divertendo»

24
yaya tourè - juventus
© foto www.imagephotoagency.it

L’amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, ha parlato nel pre – gara di Lione

Marotta, come consuetudine nelle notti europee dei bianconeri, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport: «Tolisso? E’ un buon giocatore, ma non è di nostra proprietà. Quindi la risposta è scontata. La squadra, la rosa, è competitiva. Alcuni infortuni ci hanno danneggiato, però il ritorno di Marchisio è fondamentale per l’economia della mediana. Non credo che a gennaio ci siano calciatori sul mercato capaci di innalzare il nostro tasso tecnico. Le partite durano più di 90 minuti, e spesso vengono determinate nei momenti finali. Avere giocatori come Juan Cuadrado in panchina, e non parlo di riserve ma di co – titolari, è utile per apportare dei correttivi tecnico – tattici».
NOTTI EUROPEE – Il dirigente, incalzato dalle domande dei giornalisti in studio, risponde così: «Quella di Witsel era un’opportunità, non siamo riusciti a coglierla per impedimenti oggettivi. Non credo che ce ne saranno altre a gennaio, però noi dirigenti restiamo comunque vigili. Ci tengo a sottolineare ancora il valore della nostra rosa. Meglio il risultato, anche se Sacchii dice che si vince attraverso il gioco. L’obiettivo resta comunque vincere e divertire. L’allenatore bravo è quello che raggiunge i risultati non soffermandosi su un unico sistema di gioco».

Condividi