Juventus-Monaco 2-1: pagelle e tabellino

champions league
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Monaco, ritorno semifinali Champions League 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La Juventus ha battuto il Monaco con il punteggio di 2 a 1 grazie ai gol di Mandzukic e Dani Alves (inutile ai fini della qualificazione la rete di Mbappè nella ripresa). Tre gol subiti in tutta la Champions League da parte della Juventus, monito in vista della finale: una volta abbassata la tensione i bianconeri hanno incassato il gol e non dovranno concedersi distrazioni in questo finale di stagione che può essere esaltante. Monaco pericoloso in fase offensiva ma disattento in difesa: poco equilibrio tra i reparti per la formazione di Jardim votata decisamente all’attacco ma traballante in difesa. La squadra di Allegri, nota di merito per l’allenatore, conquista la sua seconda finale di Champions League in 3 anni!

JUVENTUS-MONACO: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Juventus-Monaco 2-1: tabellino

MARCATORI: 33′ Mandzukic, 44′ Dani Alves (J); 24′ st Mbappè (M)

JUVENTUS (3-4-1-2) – Buffon 6,5; Barzagli 6,5 (40′ st Benatia S.v.), Bonucci 6,5, Chiellini 7; Dani Alves 7,5, Pjanic 6,5, Khedira S.v. (10′ Marchisio 6,5), Alex Sandro 6; Dybala 6 (9′ st Cuadrado 6); Mandzukic 7, Higuain 5,5. In panchina: Neto, Lichtsteiner, Asamoah, Rincon. Allenatore: Allegri

MONACO (3-4-1-2) – Subasic 7; Raggi 6, Glik 5, Jemerson 5; Sidibè 6, Moutinho 5,5, Bakayoko 6 (33′ st Germain S.v.), Mendy 6 (9′ st Fabinho 5,5); Bernardo Silva 5,5 (24′ st Lemar 5,5); Falcao 5, Mbappe 6,5. In panchina: De Sanctis, Dirar, Diallo, Carrillo. Allenatore: Jardim

ARBITRO: Björn Kuipers (OLANDA)

NOTE: AMMONITI: Falcao, Mendy (M); Bonucci, Mandzukic (J)

JUVENTUS – IL MIGLIORE

DANI ALVES 7,5 – Devastante sulla fascia destra. Quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare recita un vecchio adagio e Dani Alves, da vero dura, tira fuori un’altra grande prestazione nel momento del bisogno. Il brasiliano è ancora una volta decisivo con un assist e un gol.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

HIGUAIN 5,5 – A Monaco è stato il migliore della Juve e gran parte della qualificazione in finale è merito suo ma quest’oggi demerita. A volte troppo egoista, sciupa una buona occasione probabilmente per eccesso di sicurezza, tentando un difficile pallonetto, mal calibrato. Litiga con Glik e si dà da fare ma la sufficienza, quest’oggi, non c’è.

MONACO – IL MIGLIORE

MBAPPE’ 6,5 – Partita a fasi alterne: scompare e riappare senza continuità ma a differenza dell’andata trova il modo di battere Gigi Buffon. La sua zampata però, per fortuna della Juve, non incide sulla qualificazione e sul risultato.

MONACO – IL PEGGIORE

GLIK 5 – Sente tantissimo la sfida, per lui è come un derby (ha militato nel Torino prima di approdare al Monaco) ma a volte esagera. All’andata ha preso la targa di Higuain, al ritorno gli lascia un ricordino con i tacchetti sulla coscia. Salva i suoi in un paio di occasioni ma tante altre volte sbanda paurosamente.

LE PAGELLE LIVE

Juventus-Monaco: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La Juventus controlla il vantaggio, abbassa l’attenzione a metà ripresa concedendo il primo gol dopo 690 minuti di imbattibilità ma ottiene la qualificazione alla finale di Champions League per la seconda volta in 3 anni. Secondo tempo di controllo, seppur con qualche affanno, per i bianconeri.

45′ +3 – E’ FINITA: LA JUVENTUS E’ IN FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE!

45’+1 – Ammonito Mandzukic per un battibecco con Glik.

45′ – Tre minuti di recupero.

44′ – Calcio di punizione velenoso di Pjanic, la barriera devia in angolo.

40′ – Terzo e ultimo cambio per la Juventus: fuori Barzagli per crampi, dentro Benatia.

33′ – Terzo e ultimo cambio per Jardim che manda in campo Germain e sostituisce Bakayoko.

28′  Gioco fermo, Higuain a terra dopo un contrasto: Glik ha calpestato la coscia del Pipita. Ammoniti per proteste Bonucci.

24′ – Ancora un cambio per il Monaco: fuori Bernardo Silva, dentro Lemar.

24′ – Accorcia le distanze il Monaco: Moutinho se ne va sulla sinistra e mette al centro, Mbappè anticipa Alex Sandro e realizza il gol del 2 a 1.

22′ – Ancora Buffon: grande intervento del portiere bianconero che chiude la porta con il ginocchio a Mbappè.

17′ – Cross dalla destra di Dani Alves, colpo di spalla di Mandzukic, palla alta.

12′ – Tiro a giro di Higuain sugli sviluppi di un calcio d’angolo, palla alta.

10′ – Subito una grande occasione per Cuadrado che entra in area e prova il tiro ma viene murato da Jemerson.

9′ – Secondo cambio per la Juventus: fuori Dybala, dentro Cuadrado. Cambio anche nel Monaco: out Mendy, dentro Fabinho.

6′ – Ammonito Mendy per aver scaraventato via il pallone dopo un fallo su Dybala.

1′ – Inizia il secondo tempo. Si riparte con le stesse formazioni che hanno chiuso il primo tempo. Juve costretta al primo cambio dopo 10 minuti: out Khedira, dentro Marchisio.

SINTESI PRIMO TEMPO – Un primo tempo che ha vissuto di 4 fasi: primi 10 minuti a favore del Monaco, poi la Juve è uscita alla distanza ma non è riuscita a sfondare regalando un altro paio di occasioni ai monegaschi ma nei 10 minuti finali i bianconeri sono tornati all’attacco, sfruttando le amnesie difensive della formazione di Jardim. Grande prova di Dani Alves, autore di un assist e del gol del raddoppio.

45’+1 – Finisce il primo tempo: Juve in vantaggio sul Monaco per 2 a 0. Decidono Mandzukic e Dani Alves.

45′ – Un minuto di recupero.

44′ – Raddoppio Juventus: Dani Alves serve Dybala che entra in area e calcia trovando l’ottima respinta di Subasic. Dall’angolo seguente, il pallone respinto da Subasic arriva a Dani Alves che calcia al volo da fuori area e si inventa il gol del 2 a 0.

42′ – Mendy salta Dani Alves e mette al centro un gran pallone: Mbappè non ci arriva e Chiellini salva tutto in scivolata.

40′ – Ammonito Falcao per un intervento scorretto su Chiellini.

37′ – Verticalizzazione improvvisa di Mandzukic, gran controllo di Higuain che controlla e calcia da fuori area trovando la pronta risposta di Subasic.

36′ – Invenzione di Dani Alves per Higuain che controlla e batte Subasic ma viene fermato in fuorigioco.

33′ – Gol della Juventus: contropiede orchestrato da Alex Sandro che serve Dybala il quale riapre a destra per Pjanic che gira a sua volta per Dani Alves, cross del brasiliano, colpo di testa di Mandzukic parato da Subasic ma il croato porta in vantaggio i suoi con un tap-in di prepotenza.

31′ – Controllo e tiro di sinistro di Falcao, dall’interno dell’area, grande parata di Buffon.

28′ – Triangolo nello stretto tra Dybala e Pjanic, tiro del bosniaco dall’interno dell’area, deviazione provvidenziale di Raggi.

27′ – Bella azione della Juve che porta alla conclusione Mandzukic ma il croato calibra male il colpo di testa.

25′ – Altra grande occasione per la Juve: Higuain inventa per Mandzukic che calcia a botta sicura ma Subasic, con un gran riflesso, tiene a galla i suoi.

22′ – Grande occasione per Higuain che solo contro Subasic prova il colpo sotto ma Glik salva il Monaco.

21′ – Possibile ripartenza per il Monaco, stoppata da un’ottima chiusura di Chiellini.

15′ – Torre di Mandzukic, Dybala con il destro non riesce a centrare la porta.

10′ – Problema al flessore della coscia sinistra per Khedira. Allegri costretto al cambio: dentro Marchisio.

7′ – Conclusione dalla distanza di Falcao, palla alta.

5′ – Tiro deviato di Moutinho, Mbappè da posizione defilata prova a sorprendere Buffon che sbaglia il tempo dell’uscita ma il palo salva la Juve. Gioco però fermo: il francese viene pizzicato in fuorigioco.

3′ – La Juventus ha iniziato con il 3-4-1-2, il Monaco con il 3-4-1-2.

2′ – Calcio d’angolo per il Monaco. Scambio corto, Moutinho mette al centro una palla velenosa ma nessuno dei suoi compagni riesce a toccare il pallone.

1′ – E’ iniziata la sfida tra Juventus e Monaco.

Squadre in campo. Tra poco inizierà la partita. Problema nel riscaldamento per Dirar: in campo dal 1′ minuto Mendy.

Si avvicina il calcio d’inizio della sfida dello “Juventus Stadium“. Notte da campioni, notte di Champions League a Torino per il ritorno delle semifinali di Champions. Tra pochi minuti via alla diretta live di JuventusMonaco.

Juventus-Monaco: formazioni ufficiali

La Juventus dovrà rinunciare agli infortunati Rugani, Kean e Pjaca e recupera, rispetto alla sfida dell’andata, Khedira (era squalificato). Jardim ritrova Mendy e Carrillo ma perde Tourè e dovrà fare a meno di Boschilia. Tutto confermato nella Juventus: Allegri rinuncia ancora una volta a Juan Cuadrado e lancia dal 1′ minuto Barzagli, confermando il 4-2-3-1 dell’andata pronto a trasformarsi in 3-4-1-2. A centrocampo Khedira e Pjanic. Due sorprese nel Monaco: Jardim aveva annunciato dei cambi in conferenza stampa e rinuncia a Lemar e a Fabinho, mandando in campo l’italiano Raggi e Moutinho e avanzando, di conseguenza, Dirar ma l’esterno ha accusato un problema nel riscaldamento e ha lasciato il posto a Mendy e per questo il Monaco scende in campo con il 3-4-1-2. Si parte dallo 0-2 per la Juve dell’andata (doppietta di Higuain).

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Dani Alves; Dybala, Mandzukic; Higuain. In panchina: Neto, Lichtsteiner, Benatia, Asamoah, Marchisio, Rincon, Cuadrado. Allenatore: Allegri

MONACO (4-4-2) – Subasic; Raggi, Glik, Jemerson, Sidibè; Silva, Moutinho, Bakayoko, Mendy*; Falcao, Mbappe. In panchina: De Sanctis, Fabinho, Dirar, Diallo, Lemar, Germain, Carrillo. Allenatore: Jardim

ARBITRO: Björn Kuipers (OLANDA)

  • Problema per Dirar nel riscaldamento, al suo posto gioca Mendy.

Juventus-Monaco: probabili formazioni e prepartita

Durante la conferenza Allegri ha lasciato trasparire due dubbi: il primo riguarda il ballottaggio tra Khedira e Marchisio, il secondo tra Barzagli e Cuadrado. Se la presenza di Marchisio o di Khedira cambierebbe poco dell’assetto tattico, il ballottaggio Cuadrado/Barzagli avrebbe un peso ben diverso. Nel caso giocasse il primo, Allegri schiererebbe il solito 4-2-3-1, con una linea difensiva composta da Dani Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro; un centrocampo a due con Pjanic e Khedira (o Marchisio), ed un attacco composto dal terzetto Cuadrado, Dybala, Mandzukic in appoggio a Gonzalo Higuaín. Nel caso Max scegliesse di schierare Barzagli (a mio parere molto più probabile, anche in virtù della opaca prestazione di Cuadrado nel Derby), si tornerebbe ad una difesa a 3, con Barzagli, Bonucci e Chiellini; a centrocampo giocherebbero Dani Alves ed Alex Sandro sulle fasce, con Pjanic e Khedira (o Marchisio) in mezzo, mentre l’attacco vedrebbe un tridente con Higuaín come vertice, supportato da Dybala e Mandzukic. a formazione sarà sempre impostata sul classico 4-4-2, con Subasic in porta, difeso da Dirar e Sdibé esterni e Glik (ex Torino) e Jemerson centrali. A centrocampo la linea sarà composta da Bernardo Silva, Fabinho, Bakayoko e Lemar. Gli attaccanti saranno le stelle Mbappé e Falcao.

JUVENTUS (3-4-2-1) – Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Pjanic, Khedira, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala; Higuain. In panchina: Neto, Benatia, Asamoah, Lichtsteiner, Marchisio, Rincon, Cuadrado. Allenatore: Allegri
MONACO (4-4-2) – Subasic; Dirar, Glik, Jemerson, Sidibè; Silva, Fabinho, Bakayoko, Lemar; Falcao, Mbappe. In panchina: De Sanctis, Mendy, Raggi, Diallo, Moutinho, Carrillo, Germain. Allenatore: Jardim

Max Allegri, nella consueta conferenza stampa di vigilia, non dà nulla per scontato. Queste le dichiarazioni del tecnico bianconero: «Nel calcio tutto può succedere e nulla è scontato. Domani contro il Monaco, che non ha niente da perdere, servirà concentrazione massima. Dobbiamo ancora conquistare la finale concretizzando così i nostri obiettivi». Sui singoli: «Dani Alves sta attraversando un ottimo momento di forma, è un giocatore importante per noi che ci porta esperienza internazionale. Higuain sta bene, Marchisio è recuperato e potrebbe essere un cambio fondamentale». Sulla formazione: «Ho un dubbio tra Barzagli e Cuadrado, devo scegliere in base ai 100 minuti di partita. Dobbiamo migliorarci ancora rispetto all’andata portando grande pazienza e mettendo sotto pressione il Monaco come se fosse una gara secca».

Queste le parole del tecnico del Monaco, Javier Jardim, alla vigilia della semifinale di ritorno contro la Juventus: «La Juventus ci ha messo in grande difficoltà all’andata. Se vogliamo provare a qualificarci per la finale dobbiamo fare qualcosa in più, applicando magari qualche modifica sulla squadra». Sui singoli: «Falcao è in forma e siamo convinti che domani farà una grande partita. Sidibe dovrebbe essere titolare domani, Mendy invece giocherà se al 100% oggi non lo è, domani vedremo». Sulle differenze con la Juve: «Loro sono una squadra di altissimo livello, abituata a grandi palcoscenici e con giocatori fisici e un portiere fortissimo. All’andata abbiamo calciato a rete quanto loro ma siamo stati meno concreti, perchè non siamo maturi quanto loro. Sono molto fiero dei miei giocatori abbiamo già fatto tantissimo comunque vada domani, ma vogliamo continuare il nostro sogno e prenderci la finale».

Juventus-Monaco: i precedenti del match

Oltre alla partita d’andata, vinta dai bianconeri per 2-0 allo Stadio Louis II, lo scorso 2 maggio, sono 4 i precedenti tra Monaco e Juventus, ed è la seconda volta che si affrontano in semifinale di Uefa Champions League. La prima volta fu nelle semifinali della stagione 1997-98: in quell’occasione i bianconeri di Lippi giocarono la partita d’andata in casa, al Delle Alpi, vincendo per 4-1, con tripletta di Del Piero (splendida punizione e due rigori) e gol di Zidane con un rasoterra dal limite dell’area nei minuti finali. Per il Monaco segnò Da Costa. Al ritorno la compagine torinese faticò più del previsto e si salvò grazie ai miracoli di Peruzzi ed a un Del Piero in gran spolvero. I bianconeri andarono in vantaggio con Amoruso (su assist di Del Piero), vennero raggiunti a causa di un autogol di Conte (con i regolamenti di oggi il gol sarebbe stato assegnato a Leonard, autore del tiro su punizione deviato da Antonio in barriera), e poi superati dal gol di Henry. Pareggiò i conti Del Piero, con uno splendido gol in girata su cross teso di Torricelli. Nei minuti finali Spehar siglò di testa il gol dell’inutile (per il Monaco) 3-2. La Juventus ottenne così la sua terza finale consecutiva in Champions League, la sua quarta consecutiva europea, considerando anche la finale di Coppa Uefa del 1995. Purtroppo in finale vennero sconfitti per 1-0 dal Real Madrid, con gol di Mijatovic in posizione dubbia. Ben più recente la seconda doppia sfida tra bianconeri e monegaschi: le due squadre si affrontarono nei quarti di finale della Uefa Champions League 2014-15. Anche in quell’occasione la partita di andata si giocò a Torino (stavolta allo Juventus Stadium). Il match fu molto equilibrato ed i giocatori del Principato impegnarono Buffon in più occasioni. La Juventus s’impose per 1-0 con gol di Vidal su rigore assegnato per fallo di Carvalho su Morata(contestatissimo dall’allenatore monegasco, che considerava che il fallo fosse stato fatto fuori area). La partita di ritorno a Monaco fu davvero sofferta, ed i francesi reclamarono anche per un presunto fallo da rigore di Chiellini su Kondogbia (in effetti le immagini confermarono che il fallo c’era). Tuttavia la squadra di Allegri riuscì a limitare i danni e fermare il risultato sullo 0-0, ottenendo il passaggio alle semifinali. La Juventus in semifinale eliminò il Real Madrid, ma poi venne sconfitta in finale dal Barcellona per 3-1. Il match in programma stasera, 9 maggio 2017, alle 20 45 al Juventus Stadium, sarà il 28° giocato dai bianconeri contro squadre francesi; il bilancio dei precedenti 27 incontri è nettamente favorevole alla Vecchia Signora: 16 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte. I Bianconeri sono imbattuti con squadre francesi da 7 incontri (5 vittorie ed 1 pareggio).

Juventus-Monaco: l’arbitro del match

La sfida sarà arbitrata dall’olandese Björn Kuipers, internazionale dal 2006, e che nella stagione 2016-17 ha già arbitrato i bianconeri in altre due occasioni: Juventus-Lione 1-1 nella fase a gironi, e Barcellona – Juventus 0-0, partita di ritorno dei quarti di finale, giocata al Camp Nou. In precedenza il fischietto olandese aveva arbitrato la Juventus nella sciagurata sconfitta per 4-1 contro il Fulham, a Londra, nell’Europa League 2009-10 (ottavi di finale), ed in occasione dell’andata degli ottavi di finale di Europa League 2013-14 contro la Fiorentina, finita in parità (1-1). Mister Allegri vanta anche un precedente quando si trovava alla guida del Milan, in occasione del ritorno dei quarti di finale di Champions League, a Barcellona. Quel giorno l’arbitro olandese mandò su tutte le furie il tecnico livornese, concedendo un rigore per presunto fallo di Nesta su Busquets. Quel giorno il Barcellona si impose con un 3-1 che, sommato allo 0-0 dell’andata, qualificò i catalani ai quarti di finale. Per Kuipers sarà la 44ª presenza in Champions League, e sarà coadiuvato dagli assistenti Sander Van Roekel ed Erwin Zeinstra; il quinto e sesto ufficiale di gara saranno Makkelie e Van Boekel, mentre il quarto uomo, a bordo campo, sarà interpretato da Mario Diks.

Juventus-Monaco Streaming: dove vederla

Di seguito tutte le indicazioni su Juventus-Monaco streaming gratis e diretta tv su Canale 5: come vederla. Juventus-Monaco sarà trasmessa dalle ore 20.45 come di consueto in esclusiva sulle frequenze in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport e Premium Sport HD) oltre che in chiaro sulle frequenze di Canale 5, come già annunciato dalla stessa Mediaset. Non è tutto però, perché Juventus-Monaco andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite l’app Premium Play. Esistono alcune liste di siti aggiornate per poter eventualmente seguire il calcio streaming gratis, ma ricordiamo che ad oggi, dopo la chiusura del sito pirata Rojadirecta, non esiste possibilità legale di seguire una partita in streaming live al di fuori di quelle già indicate poco sopra.

Condividi