«Quando Higuain cantava cori contro la Juve»

55
higuain juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus – Napoli: quando Higuain in azzurro intonava i cori contro i bianconeri. Il racconto di Carmine Esposito, il direttore del ristorante dove l’anno scorso l’attaccante argentino festeggiò il compleanno…

Lui si chiama Carmine Esposito, nome che tradisce chiara napoletanità, ed è il direttore di Villa Diamante, uno dei ristoranti più esclusivi di Napoli. Proprio lì l’anno scorso Gonzalo Higuain ha festeggiato i propri 28 anni (il 10 dicembre). All’epoca l’attuale attaccante della Juventus non era ancora visto come una sorta di traditore e ben poco faceva pensare a quello che sarebbe successo pochi mesi dopo: «Stasera ci farà male vederlo con quella maglia addosso, anche perché quando partivano i cori tipici era il primo a fare quelli contro la Juventus – racconta Esposito a Il Mattino . Noi lo prendevamo in giro e gli dicevamo che quelli sarebbero stati i nostri ultimi brindisi insieme. Lui si faceva scappare un sorriso malizioso e poi cambiava discorso». Qualcosa evidentemente sarebbe capitato di lì a poco…

«HIGUAIN MATTATORE DI NAPOLI» – Eppure, come racconta ancora Esposito, Higuain quella sera era felice a Napoli: volle organizzare una cena a base di carne argentina, come tipico delle sue parti, e karaoke: quando prendeva il microfono tutti lo seguivano ad intonare cori e canzoni. Di quella festa indimenticabile, quasi un anno dopo, non è rimasto praticamente più nulla, se non forse la delusione della gente di Napoli e dell’amico Esposito.

Condividi