Juventus, Paolo Rossi: «Higuain sta facendo il suo. Sette gol non sono pochi»

41
higuain argentina juventus
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus dovrà fare affidamento su Higuain per il match contro la Sampdoria, Dybala infortunato salterà il match

La sfida tra Juventus e Sampdoria si avvicina. La favorita del match è chiaramente la squadra bianconera che però dovrà fare i conti con gli indisponibili e con un fantasma, quello della partita mal giocata a San Siro contro il Milan.
Intervistato da TuttoSport, Paolo Rossi non ha dubbi che la Juventus non abbia alcun problema: ha Higuain, giocatore che fino ad oggi ha segnato tanto e questa momentanea mancanza di gol non è affatto preoccupante: «Mi sembra che di gol ne abbia già fatti sette e, credetemi, non sono pochi. Magari non segnerà più 36 gol in campionato come la passata stagione ma ne farà sicuramente più di 20, magari importanti, magari decisivi per la Champions che poi è quello che la Juve spera».

JUVENTUS DIVERSA DAL NAPOLI PER HIGUAIN – L’assetto tattico della Juventus è diverso da quello che Higuain aveva al Napoli. Si trova spesso molto più solo in attacco: «Sì, sicuramente andrebbe servito di più per sfruttare le sue capacità. Lui, però, è un ragazzo intelligente e ha capito tutto. Si sta adattando alle esigenze della Juve. Lo scorso anno a Napoli tutti giocavano per lui che finalizzava al meglio gli sforzi del gruppo, adesso invece è lui a mettersi al servizio della nuova realtà. La Juve è la Juve, sei uno dei tanti, non certo la stella di prima grandezza. E ti devi adattare. Lui lo sta facendo benissimo. Nonostante questo riesce ad essere importante».

SETTE GOL FINO AD OGGI – Contro la Sampdoria mancherà Dybala e torna fondamentale l’apporto di Higuain per tutte le partite che l’altro talento argentino salterà: «Higuain sta facendo il suo e poi non dimenticate che ci va un po’ di tempo prima di di inserirsi in una nuova squadra. Se poi questa è la Juve le difficoltà aumentano ancora di più. Ma continuerà a fare bene perchè, sino ad oggi, per me ha comunque fatto il suo. Sette gol tra campionato e Coppa non sono pochi» e sui problemi della Juventus, Paolo Rossi non ha dubbi: «Forse c’è meno fame che in passato. Dopo cinque scudetti è comprensibile un calo del genere anche se l’ultima campagna acquisti ha messo a disposizione di Massimiliano Allegri una squadra fortissima che punta a vincere la Champions League».

MARZO MESE CRUCIALE PER I BIANCONERI – Crisi di fame o meno la Juventus arriverà in fondo come al solito, da grande squadra quale è: «Sì, a marzo sarà tutt’altra storia, solo in quel periodo la Champions entrerà nella sua fase più importante e se i bianconeri ritroveranno gli stimoli d’un tempo possono andare lontano. Del resto due stagioni fa sono arrivati in finale e lo scorso anno stavano per far fuori il Bayern. Avrebbero meritato di andare avanti. In Europa c’è molta più competitività, tre o quattro squadre sono davvero super. Però, come detto prima, solo a marzo si farà sul serio. E’ ovvio, però, che in questo periodo i campioni d’Italia dovranno cercare di conquistare il primo posto del girone per puntare ad un sorteggio più agevole».

DYBALA, UNO TRA I MIGLIORI D’EUROPA – A proposito di Dybala, che come detto non ci sarà per qualche partita a seguito dell’infortunio: «È un fenomeno, mi piace, come persona e come giocatore. Secondo me è uno degli attaccanti più forti d’Europa e del mondo con ancora un largo margine di miglioramento. Alcune sue giocate sono a dir poco strabilianti. E poi è umile, si vede dagli atteggiamenti che ha. E’ sicuramente tra i grandi d’Europa. Vederlo giocare mi diverte sempre e comunque. Con Higuain sono due grandi attaccanti che possono fare la differenza. Ad un patto, però: che la Juve ritrovi la fame agonistica che sino ad oggi l’ha proiettata a vincere tutto».

Condividi