Juventus-Pescara: negato l’accredito a due giornalisti della Gazzetta

328
Juventus agnelli
© foto www.imagephotoagency.it

Sul caso è intervenuta anche l’Unione Sportiva Stampa Italiana. I vertici della Gazzetta fanno sapere che garantiranno comunque il servizio

La storia che stiamo per raccontarvi potrebbe sembrare paradossale, a maggior ragione se i protagonisti sono la Juventus, con una storia secolare fatta di trofei e riconoscimenti a livello mondiale, e la Gazzetta dello Sport, colosso del giornalismo sportivo italiano. La vicenda riguarda la partita di questa sera tra Juventus e Pescara. La dirigenza bianconera ha rigettato la richiesta di accredito di due giornalisti della Gazzetta dello Sport, che erano stati designati per la partita di stasera contro il Pescara. I vertici di Corso Galileo Ferraris, hanno anche fatto sapere che per le prossime gare decideranno di volta in volta sul da farsi. L’Ussi scrive: «La decisione della Juventus è molto grave perchè viola i diritti dei colleghi e le disposizioni del Coni. I due inviati sono anche possessori di tessere Stampa Coni: tessera che garantisce l’ingresso agli impianti sportivi senza alcun potere discrezionale da parte della società che organizza l’evento».

L’INTERVENTO DEI VERTICI DELLA GAZZETTA – La volontà della Gazzetta dello Sport rimane comunque quella di continuare ad informare, nella maniera migliore possibile,  tutti gli appassionati di sport, e ha fatto sapere che lo stessa avverrà anche per l’evento di stasera. Poi è voluta intervenire sulla vicenda, dedicando qualche riga ai propri lettori: «Cari lettori, per quanto possa apparire desolante la ricostruzione della redazione è assolutamente
veritiera. E’ la prima volta che una società calcistica di livello internazionale pone ostacoli così pesanti e pretestuosi al nostro lavoro riservandosi di selezionare i giornalisti ammessi allo stadio. La speranza è che sia anche l’ultima, visto che la Juve non ha alcun diritto di farlo. Tutta la Gazzetta si augura che prevalga la saggezza e che ci sia consentito di offrire alla squadra bianconera lo spazio, la cura e l’attenzione che i suoi molti tifosi meritano».

Condividi