Benatia, continua la polemica tra Juventus e Rai

benatia juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Non si placano le polemiche sulla vicenda che ha coinvolto lo juventino Benatia

A distanza di quasi una settimana, continua a fare eco la querelle tra Juventus e la Rai sul caso Benatia. Sabato scorso il difensore – che oggi i bianconeri hanno riscattato ufficialmente dal Bayern Monaco – è stato vittima di un evento spiacevole al termine del Derby della Mole pareggiato dalla capolista contro il Torino. Durante un collegamento con la trasmissione Rai “Calcio Champagne”, il 30enne marocchino ha udito in cuffia un insulto razzista. All’indomani dell’accaduto, il network televisivo ha escluso “che a pronunciare le inaccettabili frasi possa essere stato un dipendente dell’azienda”. La Rai non cura in toto i collegamenti televisivi dalla mixed zone dello Stadium. La Juve fornisce infatti alle televisioni un service per le interviste in zona mista. Il club, preso atto del comunicato Rai, ha evidenziato l’impossibilità di una connessione tra l’accaduto e il proprio servizio di produzione. Difficilmente le due parti riusciranno ad individuare il responsabile del misfatto. Da non escludere la possibilità che la Rai chieda alla Lega di ripristinare i vecchi accordi che non prevedevano la possibilità per le squadre di Serie A di dotarsi un proprio service.

Condividi