Allegri lancia Neto: «Out Buffon. Superga? Serve rispetto»

tardelli allegri
© foto Massimiliano Allegri

Reduce dalla vittoria in Champions col Monaco, la Juventus è attesa domani dal derby della Mole contro il Torino: ecco le parole in conferenza stampa alla vigilia del tecnico Massimiliano Allegri

Tra grande attesa e pesanti sfottò si avvicina il derby della Mole Juventus-Torino, in programma domani alle 20.45 e valido per la 35^ giornata di Serie A. Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha presentato la sfida dello Juventus Stadium: «Punti in comune tra Torino e Monaco? L’Atalanta, il Monaco e il Torino sono tre squadre che giocano in modo abbastanza simile, con giocatori con caratteristiche simili. Mihajlovic? E’ un grande allenatore, sta facendo molto bene. Il Torino gioca molto bene, domani sarà una partita importante per noi: è un derby e per noi vale lo scudetto. Belotti? E’ un ragazzo giovane che è cresciuto molto, ha qualità straordinarie e lo dimostrano i numeri. Non so se vale 100 milioni di euro, non faccio il mercato: sarà il centravanti della Nazionale per molti anni. Scelte per domani? Oggi vedrò: abbiamo giocato mercoledì, giocheremo domani e di nuovo martedì. Ho giocatori che mi permettono di cambiare, come ho cambiato ogni due mesi: davanti no, con fuori Pjaca ho poca scelta, ma dietro ho sempre cambiato come a centrocampo. Commento sul clima e Superga? Il derby è sempre un evento sportivo bello, di cui la città di Torino deve andare fiera, ma per andarne fiera i tifosi devono comportarsi nella giusta maniera. Di fronte alle tragedie non ci sono nè colori nè bandiere, serve solo grande rispetto».

Juventus-Torino: le parole di Allegri in conferenza stampa

Continua il tecnico bianconero: «Buffon a riposo? Domani gioca Neto. Ritiro della 10 di Totti? Non si può commentare una cosa dove non ci sono dichiarazioni del diretto interessato: Totti è l’unico che non ha ancora parlato di cosa farà del suo futuro. Ha fatto una carriera straordinaria ed è stato un calciatore unico. Spenderei 100 milioni di euro per Belotti? Belotti e Higuain non possono giocare insieme. Marchisio? Difficilmente domani giocherà, valuterò domani: nelle ultime due settimane è cresciuto molto dal punto di vista fisico-mentale, non è ancora tornato il calciatore pre-infortunio ma ci è vicino. Dani Alves? Qualche trofeo l’ha vinto… Abbiamo una certezza, ovvero la finale di Coppa Italia. Oggi dobbiamo pensare alla partita di domani e da dopo domani dovremo pensare alla partita con il Monaco: se si fanno previsioni si fa casotto. Che partita mi aspetto domani? Una partita molto difficile, il Toro è in buona condizione e giocherà una partita aggressiva: dovremo controbattere e venirne fuori con un risultato positivo. Rinnovo? Non potevamo pensare al mio contratto nell’ultimo periodo, mi incontrerò con la società quando vorrà e quando sarà possibile. Bonucci? Domani gioca».

Condividi