Juventus-Torino 1-1: pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Torino, Derby della Mole Serie A 2016/2017, 35ª giornata: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

JuventusTorino 1-1, alla splendida punizione di Ljajic risponde il solito Higuain: i bianconeri rimandano l’appuntamento con lo scudetto, dovranno infatti quantomeno attendere il prossimo turno di campionato per certificare il successo. Espulso Acquah, allontanato Mihajlovic nell’occasione per furiose proteste. Si ferma la lunga striscia di trentatré vittorie consecutive casalinghe della banda Allegri.

Juventus-Torino 1-1: pagelle e tabellino

MARCATORI: st 7′ Ljajic, 47′ Higuain

JUVENTUS (4-2-3-1) – Neto 6; Lichtsteiner 6, Bonucci 6.5, Benatia 6, Asamoah 6; Khedira 6, Rincon 5 (24′ st Pjanic 6); Cuadrado 5, Dybala 5.5 (35′ st Alex Sandro s.v.), Sturaro 6 (11′ st Higuain 7); Mandzukic 5.5. In panchina: Buffon, Audero, Barzagli, Chiellini, Dani Alves, Mattiello, Marchisio, Mandragora, Lemina. Allenatore: Massimiliano Allegri

TORINO (4-2-3-1) – Hart 5.5; Zappacosta 6, Rossettini 6, Moretti 6, Molinaro 6; Baselli 6.5 (30′ st Obi s.v.), Acquah 5; Iago Falque 6 (38′ st Iturbe 6.5), Ljajic 7, Boyé 7 (18′ st Benassi 6); Belotti 5.5. In panchina: Padelli, Barreca, Carlao, Castan, Avelar, Ajeti, Valdifiori, Lukic, Maxi Lopez. Allenatore: Sinisa Mihajlovic

NOTE: ammoniti Moretti, Molinaro, Asamoah, Dybala, Cuadrado
ESPULSO: Acquah per doppia ammonizione, allontanato Mihajlovic per proteste
ARBITRO: Paolo Valeri di Roma

JUVENTUS – IL MIGLIORE

Higuain 7: Sembra faticare non appena subentrato a Sturaro, impiega un po’ per entrare in partita e rodare il motore: prende le misure e dopo due tentativi fa centro al terzo, con una rete di evidente fattura. Si accentra in piena area e trova la coordinazione per battere Hart con il suo diagonale. Niente, la Juventus non perde mai. Neanche quando la gara sembra finita.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

Rincon 5: Poca qualità in mezzo al campo: paga l’evidente deficit che in tal senso paga ad un calciatore del livello di Pjanic. Fatto sta che la Juventus lì in mezzo ragiona meno e spreca un gran numero di palloni: Allegri se ne accorge e, una volta in svantaggio, lo richiama in panchina per favorire l’ingresso del centrocampista bosniaco.

TORINO – IL MIGLIORE

Ljajic 7: Dopo la solita stagione fatta di discontinuità e sprazzi di talento, evidenza che ha oramai stancato chi lo attende da una vita, si concede un calcio di punizione da urlo nella notte più attesa dal popolo granata. Un capolavoro che si insacca dritto all’incrocio dei pali, gesto tecnico da urlo che fa ulteriormente pensare a ciò che sarebbe potuto essere ed ancora non è.

TORINO – IL PEGGIORE

Acquah 5: Magari nel caso specifico dell’espulsione la decisione appare un tantino severa, seppur di fronte ad un intervento rude il ghanese colpisce prima il pallone nell’intervento su Mandzukic, ma gioca troppo spesso al limite del concesso e nel medio termine paga inevitabilmente questo fattore. A fronte di una qualità rivedibile.

 

SEGUI LE PAGELLE LIVE DI JUVENTUS-TORINO

Juventus-Torino: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La splendida punizione di Ljajic pare aprire le porte al successo granata, ma l’espulsione di Acquah – duramente contestata da Mihajlovic, allontanato nell’occasione – rimescola il tutto: il pareggio finale arriva per mano del solito Higuain, all’ultimo respiro della gara. Scudetto rimandato per gli uomini di Allegri.

49′ – Fischio finale: Juventus-Torino 1-1!

47′ – PAREGGIO JUVENTUS! Higuain! Gol bellissimo del centravanti sudamericano che si accentra in piena area avversaria e poi incrocia con un destro chirurgico, non può nulla Hart!

45′ – Super Iturbe: ora costringe Mandzukic al fallo al limite dell’area

44′ – Ottime ripartenze di Iturbe che con la sua verve si è reso importante nei pochi minuti disputati

42′ – Hart e Rossettini non si intendono e rischiano di fare la frittata: palla in corner

41′ – Ripartenza del Torino che mette i brividi ai difensori della Juventus

38′ – Cambia anche il Torino: Iturbe per Iago Falque

37′ – Asamoah alle stelle: vanifica una bella azione bianconera

35′ – Sostituzione per Allegri: Sandro per Dybala

33′ – Juventus tutta in avanti: Molinato tiene in gioco Bonucci che va in spaccata ma di fatto centra Hart

30′ – Sostituzione Torino: Obi per Baselli, problemi fisici per quest’ultimo

29′ – Bolide di Bonucci dalla lunga distanza: nulla di fatto

28′ – Ancora Rossettini deputato a stoppare il Pipita: Juventus ora in gran pressing

26′ – Azione di forza di Higuain: sfondamento in area avversaria, tiro smorzato da Rossettini che termina tra le braccia di Hart

25′ – Prova ad iscriversi alla contesa Higuain: girata imprecisa, pecca di egoismo nella specifica situazione di gioco

24′ – Allegri cambia ancora: fuori Rincon, non positiva la sua prestazione, in campo Pjanic

23′ – Errore clamoroso di Khedira a pochi metri da Hart: palla alle stelle

22′ – Gran destro di Baselli: respinta di Neto, il Torino non rinuncia ad un minimo di produzione offensiva, seppur in inferiorità numerica

21′ – Rossettini anticipa Higuain, servito spesso dalla squadra ma ancora a secco di palloni giocati

20′ – Juventus stabilmente nella metà campo granata alla ricerca del pareggio

18′ – Cambia il Torino: out Boyé, dentro Benassi

17′ – Sponda di Bonucci per Rincon, colpo di testa impreciso da parte del centrocampista

16′ – Traversone di Lichtsteiner, anticipato Higuain

15′ – Cambia inevitabilmente il copione della gara, con i granata ora costretti ad un finale di gran sofferenza

13′ – ESPULSO ACQUAH! Fallo su Mandzukic, il centrocampista ghanese sembra aver colpito prima la palla. Nell’occasione allontanato Mihajlovic per proteste

11′ – Ora c’è da recuperare: Higuain in campo per Sturaro

10′ – Gara che ora si scalda: ritmi inevitabilmente aumentati

9′ – Risposta immediata della Juventus! Khedira nello spazio per Mandzukic che calcia in diagonale ma non trova la porta avversaria

7′ – TORINO IN VANTAGGIO! Mani di Asamoah per interrompere l’azione del Torino e nello specifico l’assist di Iago Falque: si incarica della battuta Ljajic e firma un capolavoro all’incrocio dei pali, lasciando sul posto un impotente Neto!

6′ – Dybala irrompe in area granata, il suo cross è allontanato dalla spaccata di Moretti

4′ – Sponda di Mandzukic per Sturaro che stavolta non controlla a dovere

3′ – Serpentina di Ljiajc che poi si scontra con Bonucci

2′ – Sturaro sempre nel vivo della gara: corsa ed abnegazione per il centrocampista bianconero

1′ – Si riparte dalle stesse formazioni che hanno iniziato la gara dello Stadium!

SINTESI PRIMO TEMPO – Frazione di gara godibile ma non da ricordare: leggera prevalenza della Juventus contro un Torino che si è difeso con ordine, senza rischiare particolarmente e lasciando un paio di ottime occasioni agli avversari, su tutte la traversa di Benatia e la chance prima propiziata ma poi clamorosamente fallita da Dybala a tu per tu con Hart. Risultato di 0-0 all’intervallo.

46′ – Tentativo di Ljajic e si va all’intervallo a reti inviolate

45′ – Un solo minuto di recupero

43′ – Che chance per Dybala! Uno-due con Manduzkic ad altissima velocità, l’argentino manca clamorosamente il bersaglio sparando su Hart!

42′ – Rapida ripartenza del Torino ma è perfetto l’intervento di Bonucci su Belotti che lo aveva puntato

41′ – Lancio dalla retrovie per Iago Falque che si prepara per la soluzione spettacolare, irrompe Asamoah e nega la chance allo spagnolo

40′ – Ancora Benatia prova a sorprendere tutti, stavolta beccato in posizione irregolare

38′ – Serie di falli: Molinaro su Cuadrado, Acquah da Dybala. Più da giallo il primo, ma l’ammonizione se la becca il secondo

36′ – Zappacosta lungo per Belotti, anticipa tutti Lichtsteiner

34′ – Confronto molto fisico sulla corsia destra granata tra Iago Falque ed Asamoah

33′ – Zappacosta brucia Sturaro e crossa per Belotti che trova l’impatto con la palla, cruciale il disturbo di Bonucci

30′ – Dybala gestisce alla perfezione un piazzato da posizione defilata: serve Lichtsteiner che si coordina correttamente ma calcia su Hart ben appostato

28′ – Anticipo letale di Mandzukic sul tiro-cross di Cuadrado: manca la necessaria precisione

26′ – Iago Falque ben servito da Molinaro colpisce male il pallone da discreta posizione di sparo

25′ – Iniziativa di Dybala, il Torino controlla

24′ – I ritmi non decollano: regna un sostanziale equilibrio, con la Juventus più presente e consapevole

23′ – Boyé al limite su Lichtsteiner: Valeri lo grazia, i due si beccano da un pezzo

20′ – Buona diagonale difensiva di Asamoah sul taglio di Belotti: funziona come sempre la copertura bianconera, anche con tre quarti di difesa titolare in panchina

18′ – Conclusione volante di Sturaro: buona coordinazione ma palla che esce alla destra di Hart

16′ – Cuadrado dalla distanza: nulla di fatto

15′ – Sugli sviluppi di un corner traversa centrata da Benatia con un gran colpo di testa, tap-in di Bonucci contrastato da Molinaro: occasione enorme per gli uomini di Allegri!

13′ – Calcio di punizione di Dybala, nell’occasione cartellino giallo a Moretti: respinge la barriera granata

10′ – Cross di Lichtsteiner per l’accorrente Khedira, allontana Moretti

8′ – Buona la sponda di tacco di Belotti per Boye che si lancia nel corridoio ma non trova il controllo necessario

5′ – Ritmi di gara non particolarmente sostenuti in avvio: la Juventus tiene il pallino, il Torino cerca gli spazi

2′ – Bianconeri subito in gran pressing: due corner consecutivi, difesa granata che allontana la minaccia

1′ – Si parte: fischio d’inizio del derby della Mole!

Si avvicina il calcio d’inizio allo Juventus Stadium di Torino per l’atteso derby della Mole: per gli uomini di Allegri è la prima chance scudetto, basterà fare un punto in più della Roma nell’attuale turno di campionato per mettere in bacheca il sesto titolo consecutivo di questa irripetibile era. Con tanto di finale di Champions League all’orizzonte. Granata vittime sacrificali? O intenzionati a prendersi una soddisfazione dopo un andamento assolutamente deludente in relazione alle aspettative iniziali? Tra pochi minuti via alla diretta live con gli aggiornamenti su Juventus-Torino. Solo conferme da parte di Mihajlovic, scelte diverse invece per Allegri: Higuain va in panchina, al suo posto Sturaro con Mandzukic che torna nel suo ruolo originario di centravanti. Asamoah e non Alex Sandro sulla corsia mancina difensiva, Rincon e non Pjanic in mediana. Testa inevitabilmente alla sfida di ritorno con il Monaco di Jardim.

Juventus-Torino: formazioni ufficiali

JUVENTUS (4-2-3-1) – Neto; Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Asamoah; Khedira, Rincon; Cuadrado, Dybala, Sturaro; Mandzukic. In panchina: Buffon, Audero, Barzagli, Chiellini, Dani Alves, Mattiello, Alex Sandro, Pjanic, Marchisio, Mandragora, Lemina, Higuain. Allenatore: Massimiliano Allegri
TORINO (4-2-3-1) – Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro; Baselli, Acquah; Iago Falque, Ljajic, Boyé; Belotti. In panchina: Padelli, Barreca, Carlao, Castan, Avelar, Ajeti, Obi, Benassi, Valdifiori, Lukic, Iturbe, Maxi Lopez. Allenatore: Sinisa Mihajlovic

Juventus-Torino: probabili formazioni e prepartita

Allegri ruota le risorse a disposizione in vista della sfida di ritorno da disputare con il Monaco: campo per Lichtsteiner, Benatia, Khedira (squalificato nella semifinale d’andata) e Cuadrado, escluso a sorpresa nello scenario del Louis II. Mihajlovic risponde con il solito assetto aggressivo: sarà con ogni probabilità 4-2-3-1, a supportare bomber Belotti – in corsa per il titolo di capocannoniere della Serie A – saranno Iago Falque, Ljajic e Boyè. Parte dalla panchina Iturbe.

JUVENTUS (4-2-3-1) – Neto; Lichtsteiner, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. In panchina: Buffon, Audero, Barzagli, Chiellini, Dani Alves, Mattiello, Asamoah, Rincon, Sturaro, Marchisio, Mandragora, Lemina. Allenatore: Massimiliano Allegri
TORINO (4-2-3-1) – Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro; Baselli, Acquah; Iago Falque, Ljajic, Boyé; Belotti. In panchina: Padelli, Barreca, Carlao, Castan, Avelar, Ajeti, Obi, Benassi, Valdifiori, Lukic, Iturbe, Maxi Lopez. Allenatore: Sinisa Mihajlovic

Queste la parole di un carico Allegri nel pre-derby: «Punti in comune tra Torino e Monaco? L’Atalanta, il Monaco e il Torino sono tre squadre che giocano in modo abbastanza simile, con giocatori con caratteristiche simili. Mihajlovic? E’ un grande allenatore, sta facendo molto bene. Il Torino gioca molto bene, domani sarà una partita importante per noi: è un derby e per noi vale lo scudetto. Belotti? E’ un ragazzo giovane che è cresciuto molto, ha qualità straordinarie e lo dimostrano i numeri. Non so se vale 100 milioni di euro, non faccio il mercato: sarà il centravanti della Nazionale per molti anni. Scelte per domani? Oggi vedrò: abbiamo giocato mercoledì, giocheremo domani e di nuovo martedì. Ho giocatori che mi permettono di cambiare, come ho cambiato ogni due mesi: davanti no, con fuori Pjaca ho poca scelta, ma dietro ho sempre cambiato come a centrocampo. Commento sul clima e Superga? Il derby è sempre un evento sportivo bello, di cui la città di Torino deve andare fiera, ma per andarne fiera i tifosi devono comportarsi nella giusta maniera. Di fronte alle tragedie non ci sono nè colori nè bandiere, serve solo grande rispetto».

Così invece Sinisa Mihajlovic: «Il fatto che il derby arrivi dopo solo due giorni da questa ricorrenza, ci può dare uno stimolo in più per fare una grande partita. Per noi Superga rappresenta il passato e il presente, corpo, anima, sangue, radici e bandiera: una memoria da onorare. Per molti che non conoscono cosa sia il Toro, questa è solo retorica. Ma io credo che il Toro, quando scende in campo, lo fa con la sua storia: e domani penso che sarà così, ci sarà anche il Grande Torino. Non vuol dire che vinceremo, perché incontriamo la squadra più forte d’Italia e forse d’Europa. Ma lotteremo, questo sì. La Juve non ha punti deboli, lo sta dimostrando anche in Europa, ha la porta inviolata anche in Champions con la difesa più forte del mondo. Per noi è un bel banco di prova: loro hanno anche tante soluzioni davanti, ma io credo che non esistano squadre imbattibili, ed è così anche per la Juve. Ci proveremo, ma non sarà disonorevole perdere: lo sarà solo se non avremo fatto di tutto per vincere. Ma sono sicuro che ci proveremo fino all’ultimo».

Juventus-Torino: i precedenti del match

Il derby della Mole si è giocato in casa della Juventus in 71 occasioni: regna il segno 1, la Juventus si è infatti aggiudicata la sfida per ben 37 occasioni, appena più della metà, mentre sono 18 i pareggi e 16 le affermazioni granata. All’andata si è affermata la squadra di Allegri con il risultato di 3-1: prima Belotti, poi la doppietta di Higuain e la firma di Pjanic.

Juventus-Torino: l’arbitro del match

Sarà Paolo Valeri della sezione di Roma a dirigere il derby: ha arbitrato la Juventus in tre delle partite della sua Serie A 2016-17, altrettante le vittorie ottenute sui campi di Palermo, Chievo e Crotone. Non ha mai diretto invece il Torino nel corso di questo campionato. Nel complesso del torneo, 15 partite e ben 85 ammonizioni, alla media dunque di quasi sei cartellini gialli a partita.

Juventus-Torino Streaming: dove vederla in tv

Di seguito tutte le indicazioni per il Derby della Mole Juventus-Torino streaming gratis e diretta tv: come vederla. La partita sarà trasmessa dalle ore 20.45 come di consueto, sia sulle frequenze satellitari di Sky Sport, per la precisione sui canali Sky Sport 1Sky Calcio 1 e Sky Supercalcio (anche in HD), sia ovviamente su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport). Non è tutto, perché il Derby della Mole Juventus-Torino andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite le app Sky Go e Premium Play. Esistono alcune liste di siti aggiornate per poter eventualmente seguire il calcio streaming gratis, ma ricordiamo che ad oggi, dopo la chiusura del sito pirata Rojadirecta, non esiste possibilità legale di seguire una partita in streaming live al di fuori di quelle già indicate poco sopra. La gara potrà essere comunque seguita anche da chi non è dotato di tv o connessione ad internet anche tramite le frequenze radiofoniche di Radio Rai.

Condividi