Kishna shock, arrestato il padre a Roma: aveva 311 dosi di stupefacenti

kishna
© foto www.imagephotoagency.it

Una brutta notizia per un ex Lazio come Ricardo Kishna, di proprietà dei biancocelesti ma in prestito al Lille. Il padre è stato arrestato a Roma sulla Cassia in possesso di 311 dosi tra fumo e marijuana

Ricardo Kishna è un giocatore della Lazio in prestito al Lille in Francia, ma nelle ultime ore è salito agli onori delle cronache per un fatto clamoroso riportato da Il Tempo. Il padre, originario del Suriname, è stato arrestato per detenzione di hashish e marijuana. Fermato in zona Cassia, l’uomo – manager del giocatore olandese – è stato trovato in possesso di 311 dosi di sostanze stupefacenti, sicuramente non per uso personale. Per Dinesh Kishna sono guai seri adesso, dato che per l’uomo è stato deciso l’obbligo di firma per due giorni a settimana. Convalidato inoltre il fermo del giudice. Non sono giorni troppo fortunati per gli ex giocatori della Lazio, ne sa qualcosa anche Stefano Fiore, indagato per un incidente d’auto.

Condividi