La Juve riscopre Higuain: da “non decisivo” alla doppietta che vale Cardiff

© foto MP

Nella notte delle stelle allo Stade Louis II, è Higuain, a sorpresa, paradossalmente, a regalare più di mezzo pass per la finale di Champions League

Nel calcio è difficile scrollarsi di dosso le etichette, lo sa bene Gonzalo Higuain. L’argentino della Juventus, infatti, viene considerato, da sempre, un grande calciatore ma incapace di vestire i panni dell’uomo decisivo nei match che contano. I rigori sbagliati contro il Cile e la Lazio che avrebbero dato, rispettivamente, Copa America e qualificazione in Champions League ad Argentina e Napoli, sono soltanto due degli esempi che potremmo prendere in considerazione. Ma la sfida del Principato può rappresentare la svolta per Gonzalo, autore della doppietta decisiva. Decisivo il Pipita lo è stato anche in altre occasioni, però, infatti questa non è stata la sua prima doppietta assoluta in stagione: ne aveva collezionate già 8 in stagione, tra Serie A e Coppa Italia. Tutte contro le “piccole” del campionato, con l’eccezione dei due gol messi a segno nella semifinale di coppa nazionale contro il Napoli. Pescara, Chievo, Cagliari, Bologna, Torino, Empoli e Sassuolo non valgono di certo gli ottavi di finale contro il Porto o i quarti contro il Barcellona, gare in cui non è risultato decisivo in termini strettamente legati al tabellino. Monaco sarà la svolta? O l’eccezione che conferma la regola? Probabilmente ce lo dirà la finale di Champions League in programma a Cardiff.

Condividi