Keita – Lazio, tutto fermo. Morrison verso l’Inghilterra

346
keita lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Keita resta un caso: possibile la cessione, ma la Lazio non vuole svenderlo. Inzaghi non si opporrebbe all’addio di Morrison, ma a prezzo equo. Anche Berisha verso la cessione, Marchetti è il titolare designato

Ancora nessuna nuova sul mercato della Lazio per quanto riguarda il caso Keita Balde: l’attaccante spagnolo, per cui è stata richiesta una visita fiscale da parte della società dopo la mancata convocazione per la trasferta di Bergamo contro l’Atalanta, rimane di fatto ad un passo dall’addio, anche se probabilmente una soluzione definitiva arriverà solo verso fine mercato. La Lazio non vorrebbe svendere il giocatore (valutato una trentina di milioni di euro), ma è pure vero che finora per lui non sono ancora arrivate offerte all’altezza delle aspettative (permane l’interesse di Monaco ed Atletico Madrid). Caso simile quello del centrocampista Ravel Morrison, non convocato anche lui per Bergamo, per cui nelle ultime ore di mercato potrebbe arrivare la cessione in Inghilterra: il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi, riporta La Gazzetta dello Sport oggi, non si opporrebbe ad un suo addio, ma anche in questo caso l’intenzione della società non è quella di svendere.

MERCATO LAZIO: CASI MARCHETTI – BERISHA – Entro fine mercato potrebbe arrivare una soluzione pure al caso legato ai portieri Federico Marchetti e Etrit Berisha: entrambi chiedono di giocare titolari, ma per il momento l’italiano pare in vantaggio sul concorrente albanese, che dunque potrebbe essere ceduto, anche se per lui, ad oggi, offerte ancora non ce ne sono. Con l’addio di Berisha il terzo portiere Ivan Vargic verrebbe promosso a secondo, mentre a terzo verrebbe avanzato l’altro portiere albanese, Thomas Strakosha.

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
spalletti-roma-agosto-2016-ifaRoma molto più forte del Porto: Spalletti, che disastro
Prossimo articolo
balotelli manchester unitedBalotelli – Manchester United: Raiola ci prova