Lazio, mini-abbonamenti per riavvicinare i tifosi

27
lazio luis alberto calciomercato
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’ottimo terzo posto con Stefano Pioli nell’annata 2014/2015, la Lazio ha perso in un anno quasi 285000 spettatori stando ai dati di Lazio Family

Disaffezione profonda a Roma, sponda Lazio. Le stime indicano che nell’ultimo anno, tra risultati tutt’altro che esaltanti, contestazioni a Lotito e le barriere in curva, i biancocelesti hanno perso in totale 284.918 spettatori per una media di circa 15 mila a partita. I dati confermano che dai 9.69 milioni guadagnati nell’annata 2014/2015 i ricavi sono scesi a 7.53 milioni nel 2015/2016, 2.16 di perdite, con il solo dato confortante del lieve aumento dei ricavi degli abbonamenti sottoscritti   da 1.91 milioni a 2,83 milioni di euro. Il calo dei ricavi della vendita di biglietti si assesta al 38%, con una complessiva riduzione degli spettatori paganti circa del 60%.

CONTROMISURE – Per la stagione in corso i dati non sono ancora stati resi noti, ma la società laziale pare abbia in programma di riesumare i mini-abbonamenti validi 4 partite (compreso il derby con la Roma) nel tentativo di riportare i tifosi allo stadio. Questa particolare formula d’abbonamento sarà disponibile per Donne, Under 16, Over 65, Aquilotti (nati dopo l’1 gennaio 2002) e Invalidi civili al 100%, acquistabile onlne presso attraverso ticketone oppure nei centri Lazio Style presentandosi con un documento d’identità valido e una fotocopia del codice fiscale. Le vendite sono iniziate alle 16.00 di oggi e termineranno il 25 ottobre alle 18.30. I mini-abbonamenti variano dai 60 Euro della Curva Nord ai 140 della Tribuna Tevere passando per i 210 della Tribuna Montemario.

Condividi