Le pagelle, Sampdoria – Milan

143
pagelle sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Colombiani a confronto: Bacca e Muriel illuminano il match del Ferraris

E’ stata una partita davvero bella quella giocata allo Stadio Luigi Ferraris. Nel primo tempo meglio la Sampdoria, che però deve arrendersi alle parate di Donnarumma. Nella ripresa, invece, il Milan comincia a macinare gioco e trova il goal vittoria soprattutto grazie ad un grande Carlos Bacca, entrato al posto di Lapadula.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 6,5; Sala 6 (dal 31′ Pereira 5,5), Silvestre 5,5, Skriniar 4,5, Regini 6; Barreto 6 (dal 87′ Schick s.v.), Torreira 6,5, Linetty 6; Praet 6,5 (dal 69′ Fernandes 6), Muriel 7, Quagliarella 5,5 . Allenatore: Giampaolo

MILAN (4-3-3): Donnarumma 7; Abate 6, Paletta 6, Romagnoli 6, Calabria 5; Sosa 5,5(dal 51′ Locatelli 6), Montolivo 6, Bonaventura 5,5; Suso 6(dal 91′ Gomez s.v), Lapadula 5(dal 64′ Bacca 7,5), Niang 5,5. Allenatore: Montella.

SAMPDORIA – IL MIGLIORE

Luis Muriel – Il colombiano è una spina nel fianco per la difesa rossonera. Gioca una partita fantastica, ogni azione pericolosa dei blucerchiati parte dai suoi guizzi. Segna anche un goal, che viene però giustamente annullato per un tocco di mano.

SAMPDORIA – IL PEGGIORE

Skriniar – E’ lui a regalare il pallone che Suso serve a Bacca per il goal del Milan. Non una buona prestazione da parte del difensore che nel primo tempo consente anche a Lapadula di trovarsi a tu per tu con Viviano.

MILAN – IL MIGLIORE

Bacca – Cosa dire? Entra a 25 minuti dalla fine è risolleva il Milan. Alla prima occasione con un fantastico tiro a giro trova sulla propria strada un Viviano in stato di grazia che devia sul palo, ma alla seconda chance non sbaglia e fa 1 a 0. E’ la sua notte. Che senso del goal!

MILAN – IL PEGGIORE

Calabria – Soffre per il tutto il match l’imprevedibilità di Luis Muriel. Commette degli errori e non riesce mai a spingere con continuità. Non una serata da ricordare.

Francesco Toscano
Francesco Toscano, o semplicemente "Tosky", del 1991, campano. Amante del calcio e di tutte le storie che lo circondano. Un solo sogno: "Kaizoku-ō ni ore wa naru!".
Condividi
Articolo precedente
baccaE’ la notte di Bacca: il Milan batte una bella Samp
Prossimo articolo
L'Arsenal di Wenger rifila 3 sberle al Chelsea di ConteConte ko con Klopp: Liverpool corsaro a Londra