Lewandowski, il bomber conteso dalle big fu scartato dall’Udinese

bundesliga
© foto www.imagephotoagency.it

I retroscena di mercato sono sempre all’ordine del giorno, stavolta riguardano l’Udinese, che nel 2009 scartò Lewandowski

Robert Lewandowski, oggi, è uno dei migliori attaccanti al mondo, ma anche lui ha dovuto subire la cocente delusione di essere scartato da una squadra. Il Messaggero Veneto scrive, infatti, che otto anni fa, la società di Pozzo non puntò sul polacco. E’ stato il vicepresidente della federazione polacca, Marek, Kozmiski, a rivelarlo: «Al tempo Lewandowski venne proposto all’Udinese quando giocava al Lech Poznan: Gino Pozzo però rifiutò perchè non ritenne il giocatore all’altezza della Serie A e del club bianconero. Fu offerto anche al Genoa e vene snobbato anche dalla società ligure. Il calcio è strano: adesso Robert è la punta di diamante della nostra nazionale e dell’intero movimento, l’unico fuoriclasse di livello mondiale che abbiamo». L’interesse dei friulani nacque quando l’Udinese affrontò il Lech Poznan nei sedicesimi di finale di Coppa Uefa. Allora Robert non giocava nel ruolo di prima punta ma da esterno nel 4-2-3-1 e non impressionò i talent scout bianconeri. L’annata successiva, però, Lewandowski segnò 18 gol e portò la sua squadra al titolo nazionale per poi trasferirsi prima al Borussia Dortmund e, successivamente, al Bayern Monaco. 291 gol in 479 presenze tra i professionisti raccontano il resto. Sarebbe stato decisamente un buon colpo di mercato.

Condividi