Lo United scarica Ibrahimovic: ecco a chi potrebbe servire in Italia

Ibrahimovic united
© foto www.imagephotoagency.it

Zlatan Ibrahimovic, dall’1 luglio, non sarà più un calciatore del Manchester United: adesso è ufficiale

Prima l’infortunio, poi la separazione: Ibrahimovic e Manchester United si dicono addio dopo 1 solo anno insieme. La notizia viene, fresca fresca, dal sito della Premier League, su cui è apparsa la lista dei calciatori rilasciati dai club, che non hanno deciso di rinnovargli il contratto. Tra questi, dunque, spicca il nome dello svedese, infortunatosi gravemente al ginocchio nello scorso mese di aprile. Zlatan, adesso, è impegnato nella lunga e delicata riabilitazione, ma ha già bruciato le tappe, tornando ad allenarsi col pallone. Ciò ne fa, dunque, un boccone succulento sul mercato, ma l’elevato ingaggio limita il numero di pretendenti. In Italia, per esempio. Ha giocato nell’Inter, ma la presenza di Mauro Icardi preclude qualsiasi possibilità di avere due galli nello stesso pollaio. Ha vestito la casacca del Milan, e i cinesi sembrano avere il cash necessario per permettersi di pagargli l’ingaggio: con Bacca in uscita e Belotti primo obiettivo, Zlatan potrebbe entrare a gara in corso ma anche giocare insieme al Gallo, viste le caratteristiche compatibili. Raiola ha più volte dichiarato di volerlo portare a Napoli, ma il compenso dello svedese sfora di molto il tetto ingaggi fissato da De Laurentiis. La Juventus, col cambio di modulo, potrebbe averne bisogno per rinfoltire il reparto offensivo. E la Roma? Cerca un alter ego di Dzeko che sia giovane o che accetti un ruolo di secondo piano, non proprio il caso di Ibra.

Condividi