Lucescu e l’Inter: «Ronaldo? Più discoteca che allenamenti. Mourinho…»

58
© foto www.imagephotoagency.it

Mircea Lucescu ricorda i tempi dell’Inter: «Ronaldo che fenomeno, ma non voleva allenarsi». Poi a ruota libera su Mou e Pep…

L’attuale tecnico dello Zenit San Pietroburgo Mircea Lucescu è intervenuto ai microfoni di Dolce Sport per ricordare la breve esperienza sulla panchina dell’Inter nella stagione ’98-’99. L’allenatore rumeno ha avuto il privilegio di allenare Ronaldo ma, come è noto, “il Fenomeno” non aveva tanta voglia di faticare: «Mi piaceva moltissimo, ma a lui non piaceva allenarsi. Passava più tempo in discoteca e voleva giocare senza allenarsi. Ma come talento era fantastico. Ricordo anche una lite in spogliatoio fra argentini e brasiliani, con me in mezzo: intervennero i procuratori…».

I DUE DI MANCHESTER – Lucescu punzecchia poi i due tecnici di Man Utd e Man City, passati rispettivamente da Inter e Brescia, entrambe squadre che lui ha allenato: «Mourinho è un ragazzo straordinario, però il mio modo di intendere il calcio è totalmente diverso dal suo. Io ho una mentalità offensiva, tutte le mie squadre hanno fatto registrare record di reti segnate. Mi piace costruire. Mourinho sembra piu arrogante di Guardiola, ma è esattamente il contrario. Tutti e due – chiarisce – restano comunque grandissimi allenatori».

CALCIO RUSSO – Ha avuto del clamoroso il suo passaggio allo Zenit quest’estate, dopo i 12 anni trascorsi sulla panchina dello Shakhtar in Ucraina: «È stato molto difficile cambiare la mentalità calcistica dei russi: erano abituati ai palloni lunghissimi per Hulk. Io ho spiegato che dobbiamo giocare anche senza di lui. I miei giocatori – conclude –  hanno tutta la responsabilità da questo momento».

Condividi