Luis Enrique “tifa” Juve: «Candidata alla vittoria della Champions»

luis enrique
© foto MP

Il suo Barcellona è uscito sconfitto dal doppio confronto con la Juventus, Luis Enrique analizza così, razionalmente, quanto accaduto

Il tecnico del Barcellona, Luis Enrique, è intervenuto ai microfoni di Premium Sport al termine dei 90 minuti del Camp Nou: «Questo è il calcio: noi abbiamo pensato a fare una partita di questo livello, pensato a giocare velocemente e tirando tanto in porta. Ma è mancata un po’ di lucidità negli ultimi metri e credo che si sia vista una bella partita, con due grandi squadre. Abbiamo giocato il nostro calcio d’attacco e, alla fine, dobbiamo fare i complimenti alla Juve. Noi, invece, dobbiamo continuare lottando. Come ho consolato Neymar, uscito in lacrime dal campo? Quando uno non si arrende fino all’ultimo minuto e vede i tifosi incitare fino all’ultimo, penso che abbia una grande squadra che non ha paura di dire che è la favorita in tutte le competizioni e che cerca di vincere sempre. E’ un grande onore, per me, far parte di questa società. Juventus, a questo punto, possibile nuova finalista dopo averla affrontata proprio nel 2015? Ha un grandissimo allenatore, dei grandi campioni in campo e ha tutte le possibilità di vincere questa Champions League. C’è un ma: ci sono altre squadre che pensano la stessa cosa. Il mio addio anticipato? Sarà un pensiero di un giornalista, sicuramente. Se si vince, non succede nulla mentre se si perde, si dice che è stato un errore. E’ sempre lo stesso gioco».

Condividi