Italia troppo brutta: in Macedonia la salvano gli attaccanti

147
immobile
© foto www.imagephotoagency.it

Macedonia – Italia, termina 2-3: decidono le reti di Belotti, Nestorovski, Hasani e la doppietta di Immobile

MacedoniaItalia 2-3, nella sfida di Skopje hanno deciso in ordine le reti di Belotti, Nestorovski, Hasani e la doppietta Immobile. Pareggio esterno che avrebbe avuto il sapore del disastro, con la Spagna che ha vinto in Albania ed avrebbe distanziato l’Italia di due lunghezze, con lo scontro diretto in trasferta già disputato. Per fortuna la vittoria è arrivata ed al netto di evidenti difficoltà si può ancora sperare nella qualificazione diretta.

PRIMO TEMPO – Pronti via e Buffon deve salvare su Pandev, perfettamente lanciato a tu per tu con il portiere azzurro dall’ottima sponda di Nestorovki, gli azzurri si cercano nella metà campo avversaria – soprattutto sull’asse Belotti-Immobile – per sorprendere la folta linea difensiva macedone. Al 15’ minuto Romagnoli sbaglia nella gestione di un pallone comodo, la ripartenza della Macedonia è fulminea ma Alioski la conclude con una battuta debole a tu per tu con l’estremo difensore azzurro. Ribaltamento di fronte e tentativo dalla media distanza di Bonaventura: palla alta. Chance clamorosa per i padroni di casa al 18’: Nestorovski calcia da oltre venti metri e con un lob perfetto batte Buffon, soltanto la traversa salva gli azzurri vicini a capitolare. Ci prova Belotti al 19’: rasoterra che non impensierisce Bogatinov. Buona trama dell’Italia al 23’: Candreva, ispirato da Bernardeschi, sfonda a sinistra e crossa per Immobile che gira in porta di prima intenzione, presente Bogatinov sul primo palo. Sugli sviluppi del corner il vantaggio italiano: batte Bernardeschi, irrompe Belotti che gela la statica difesa avversaria colpendo con il piatto destro dall’interno dell’area di rigore. La Macedonia prova a guadagnare ulteriori metri di campo: diagonale di Ristovski al 37’, nulla di fatto, decisamente più pericolosi gli uomini di Angelovski al 41’ sull’asse Pandev-Nestorovski, assist perfetto del primo e girata debole del secondo con un colpo di testa che termina tra le braccia di Buffon. Risultato all’intervallo: Macedonia – Italia 0-1.

SECONDO TEMPO – Si riparte da una sostituzione: lascia il campo Zuta, subentra il più offensivo Ibraimi, la Macedonia prova a recuperare un risultato nel complesso assolutamente immeritato. Ed infatti è subito pressione totale, con l’Italia che a tratti fatica in disimpegno: al 5’ minuto però la grande chance per raddoppiare, fa tutto Immobile che si porta la palla sul mancino e calcia sul primo palo per beffare Bogatinov, deviazione decisiva. Al 9’ Belotti si esibisce in una rovesciata direttamente dagli sviluppi di un corner, bella coordinazione ma palla alle stelle: Macedonia nuovamente avanti all’11’, ci prova Mojsov senza paura dalla distanza ed il suo bolide sfiora il palo alla destra di Buffon. Clamoroso quel che accade in due minuti: al 12’ minuto Verratti la combina grossa e regala palla a Nestorovski, il centravanti macedone corona una grande prestazione battendo con un preciso piattone l’incolpevole Buffon. Passano pochi secondi e l’Italia pasticcia ancora in disimpegno, irrompe Hasani che fa centro con una conclusione tanto potente quanto precisa. Oggettivamente imbarazzante la tenuta complessiva italiana. Macedonia vicina al tris al 21’: Ibraimi calcia con potenza, Buffon come può in due tempi. Copione identico al 25’: Mojsov schiaccia di testa indisturbato, Buffon manda miracolosamente in corner, dopo pochi istanti Barzagli salva sul subentrato Petroviki, poi sul primo palo su Alioski. Al 29’ minuto l’Italia trova il pareggio, nel suo momento peggiore: Candreva trova Immobile che ci mette la punta e spedisce nell’angolino basso della porta macedone, non può nulla Bogatinov. Il gol ha risvegliato gli azzurri: vivo Immobile che ci prova con un piattone, decisivo il salvataggio di Sikov, al 35’ calcio a giro di Sansone che trova l’opposizione della retroguardia macedone. Doppia chance per l’Italia all’83’: prima il diagonale di Candreva deviato in corner, poi il potente colpo di testa di Bonucci che termina tra le mani dell’estremo difensore avversario. Clamoroso allo scadere: Candreva trova la lucidità per trovare Immobile in piena area di rigore, stacco imperioso del centravanti azzurro che non lascia scampo alla Macedonia. A Skopje termina 2-3. Sconfitta immeritata per i padroni di casa, l’Italia si salva e trova una vittoria fondamentale.

VITTORIA IMMERITATA – L’Italia latita ancora sotto il profilo del gioco e nell’arco del primo tempo non brilla in termini di tenuta difensiva: tanti rischi contro una Macedonia tutt’altro che irresistibile, graziati più volte gli uomini di Ventura dalla poca incisività avversaria negli ultimissimi metri e dalla traversa di un intraprendente Nestorovski. Ci pensa Belotti – al primo gol in azzurro – a salvare il salvabile, ma la Macedonia ci è superiore in tutto (clamoroso vero?) e ribalta con enorme merito la contesa nella ripresa. Italia che nel suo momento peggiore – come spesso le accade – trova una reazione di nervi: dalle corde al pareggio ed al controsorpasso di Immobile. Finale che tiene in vita l’Italia nelle dinamiche del raggruppamento.

TABELLINO – MACEDONIA – ITALIA 2-3

Marcatori: Belotti (I) 23’, Nestorovski (M) 57’, Hasani (M) 58’, Immobile (I) 74’, Immobile (I) 92’

Ammoniti: Macedonia – Alioski, Spirovski, Ibraimi; Italia – Parolo

Espulsi:

Macedonia (5-3-2): Bogatinov; Ristovski, Mojsov, Sikov, Ristevski, Zuta (al 46’ Ibraimi); Alioski, Spirovski, Hasani (all’83’ Trajcevski); Pandev, Nestorovski (al 68’ Petroviki). In panchina: Zahov, Sislovski, Gjorgjev, Stjepanovic, Velkovski, Trichkovski, Jahovic. Allenatore: Igor Angelovski

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Romagnoli; Candreva, Bernardeschi (al 64’ Parolo), Verratti, Bonaventura (al 64’ Sansone), De Sciglio; Belotti (all’83’ Eder), Immobile. In panchina: Donnarumma, Perin, Astori, Ogbonna, Darmian, Florenzi, De Rossi, Benassi. Allenatore: Giampiero Ventura

Condividi