Manchester United-Rooney, si va verso la rottura

74
rooney - inter manchester klopp
© foto www.imagephotoagency.it

Il declino calcistico di Rooney incontra la personalità di Mourinho: il portoghese non lo considera un titolare e la proprietà starebbe pensando di rescindere il contratto prima della naturale scadenza, nel 2019. In ballo ci sono 26 milioni di sterline

Le strade di Wayne Rooney e del Manchester United potrebbero separarsi, già dalla prossima stagione. L’inesorabile declino di quello che appena cinque anni fa era considerato uno dei migliori attaccanti del mondo ha convinto Mourinho ad una scelta che nel recente passato non era stata fatta da né da Moyes, né da Van Gaal: l’esclusione dallo scacchiere dei reds è, come sottolinea il Mirror, dipesa in gran parte dal tecnico portoghese. Alla presa di posizione di Mou

UNA SOLUZIONE DISPENDIOSA – In una situazione simile, considerata la personalità di Mou e l’indiscutibile parabola discendente in cui è intrappolato il miglior marcatore della storia della nazionale inglese, lo scenario ad oggi più verosimile è quello di una rescissione. Rooney è legato allo United da un contratto sino al 2019 che il club, però, non pare intenzionato a rispettare. La proprietà spera si riesca ad arrivare ad una risoluzione consensuale, ma in caso contrario i reds dovrebbero versare sul conto del classe ’85 ben 26 milioni di sterline, il totale di quello che avrebbe guadagnato sino alla naturale scadenza del contratto. Una soluzione dispendiosa ma che, fa sapere il Mirror, i vertici del Manchester United starebbero prendendo in seria considerazione.

Condividi